Fiaba dell’Energie

gennaio 21, 2008 on 1:46 pm | In Miei Articoli
| No Comments

Fiaba dell’Energie

C’era una volta sulla Terra due ENERGIE. Una era rossa e l’altra castana, ma avevano la stessa luce verde davanti; avevano fatto delle esperienze che erano durate svariati anni in due posti diversi, avevano parlato e scambiato la loro energia con delle altre, ma questo non le rendeva contente in quel tempo.
Nessuno dei due sapeva dell’esistenza dell’altra e non lo immaginava neppure, sentivano solo che qualcosa a loro mancava, ma non sapevano esattamente cosa.
C’erano dei collegamenti sulla Terra e fu il caso a metterli in contatto.
Ci fu uno scambio molto breve, ma che diede delle sensazioni di nostalgia all’energia rossa, come per la mancanza di qualcuno già suo.
I contatti continuarono e si intensificarono e l’energie cominciarono a sognare e a fantasticare. Si continuò per un po’ di tempo così, si inviavano parole scritte che accarezzavano le menti, ma non c’era nessun contatto fisico tra loro.
Ebbero modo di parlarsi e apprezzarono molto i suoni che producevano le loro voci.
Erano suoni morbidi che accarezzavano ulteriormente le menti reciprocamente.
Suoni di una bellezza straordinaria: Si mise in moto L’UDITO dell’energie.
Decisero di incontrarsi incuriosite dallo scambio dei sogni e dai suoni dolci delle parole.
Concordarono l’incontro un pomeriggio d’estate in una località tra le loro e andarono l’uno incontro all’altra.
C’era tanto sole quel giorno e l’energia rossa non riuscì subito a vedere l’altra, poi avvicinandosi si mise in moto LA VISTA delle energie.
Fu bellissimo guardarsi e l’energie ne furono felici.
L’energia castana porse una mano e l’energia rossa avvicinò la sua e la toccò e si mise in moto IL TATTO dell’energie.

Cercarono un posto per stare unite, senza usare le parole, lo trovarono e cominciarono a suonare insieme una musica bellissima, tutto avvenne naturalmente come se i loro strumenti avessero sempre suonato insieme e anche l’aria cominciò a profumare di loro. Si mise in moto L’OLFATTO delle energie. La musica continuò per molto tempo, ed era perfetta. Un’esecuzione naturalmente perfetta, come solo la natura della Terra può essere. Si era messo in moto IL GUSTO delle energie… .di vivere… di amare…. di essere. Loro non lo sapevano ancora di essere ENERGIE DI SENSAZIONI che si erano ritrovate solo perché potevano ESSERE vive rimanendo unite come sempre era stato anche in altri tempi.
Rivissero così, felici e contente per altri secoli e secoli.

Emanuela Badiali

Comments

comments

No Comments yet »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a comment

XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 


Entries and comments feedsfeed Valid XHTML and CSS. ^Top^
29 queries. 0,398 seconds.
Made with ♥ by Alessio
Alessio Filipponio on Linkedin

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Chiudi