Salute di Ottobre

ottobre 10, 2016 on 7:47 am | In Affinita' d'anima, Buono a sapersi, Corpo-Spirito, Evoluzione, Salute, Vita ecologica
| No Comments

Salute di Ottobre

ottobre

Sostenere l’energia vitale

Nel calendario agricolo, ottobre è un mese molto importante: il momento della semina è appena passato e nelle profondità del terreno rivoli di acqua piovana ricca di sali minerali riforniscono l’humus di sostanze nutritive preziose che alimentano e proteggono il seme.

Anche il nostro organismo in questo periodo necessita di un’intensa opera di drenaggio: come la terra si è preparata ad accogliere i semi liberandosi di tutto ciò che è vecchio, così ora il nostro corpo ha bisogno di disintossicarsi e depurarsi in profondità per fare spazio al nuovo.

Bonificare l’organismo

Mai come ad ottobre è opportuno evitare grassi, zuccheri e alimenti eccessivamente acquosi, dando invece la preferenza a cachi, uva, carciofi, cardi, gobbi e a tutti i vegetali appartenenti alla famiglia delle crocifere, soprattutto la verza, che rigenera, rimineralizza e disinfetta i tessuti.
La frutta del mese
Il fico

Verde benessere

La verza è proprio un concentrato di vitamine, bromo, cobalto, iodio, ferro, rame, fosforo e zolfo; questa pianta ha la proprietà di rimineralizzare, drenare e rigenerare tutti i tessuti. Ottima anche cruda tagliata a julienne per insalata miste con frutta fresca, secca e semi oleosi.

Gli alleati in tavola

Il malto di riso ci sarà utile per dare nutrimento al tessuto polmonare, mentre per sfiammare le pareti intestinali possiamo arricchire i piatti con qualche filo di olio di semi di lino, ricchissimo di omega 3. Infine, per dolcificare, utilizziamo preferibilmente miele di castagno che migliora la circolazione sanguigna sensibilmente indebolita dai primi freddi, o miele di corbezzolo per drenare e depurare.
Ribes bianco o Uva Spina
Ricetta maschera viso all’Uva

La melagrana

Per fare scorta di antiossidanti, invece, possiamo ricorrere alla melagrana, da consumare al naturale o centrifugata. Il suo succo fresco, bevuto appena svegli e a digiuno, è un’ottima cura contro coliti e infiammazioni gastriche, nonchè una ricca carica multivitaminica.

L’elevata presenza di acido citrico, acido borico, tannini, vitamina A e C le conferisce infatti proprietà astringenti, diuretiche, vermifughe, riequilibranti del sistema ormonale, immunostimolanti e ipocolesterolemizzanti.

Con le foglie di castagno possiamo preparare un infuso da utilizzare per gargarismi in caso di primi mal di gola o raucedine. Si pone una manciata di foglie in un litro di acqua bollente per una ventina di minuti, si filtra e si fanno gargarismi per 3-4 volte al giorno. Lo stesso infuso dolcificato con malto o miele di castagno è un ottimo rimedio anche contro la tosse.
La verdura del mese

Il consumo di nocciole, ricche di arginina, che stimola la produzione di linfociti T acceleratori della risposta immunitaria, contribuisce al rafforzamento degli anticorpi. Inoltre la vitamina E rende questo frutto oleoso molto adatto anche per rallentare l’invecchiamento cellulare e ridare forza ai tessuti cerebrali.

L’erica

Dalle sommità fiorite dell’erica (Calluna Vulgaris), ricche di tannini, proantocianidine e flavonoidi, si ricava un rimedio utile in caso di malattie renali, infezioni urinarie, gotta e reumatismi. Le proprietà antisettiche e diuretiche di questa pianta aiutano a eliminare l’eccesso di scorie e residui nocivi come urea, acido urico e acido ossalico, facilitando il fluire dei liquidi linfatici.

Con l’erica possiamo preparare un decotto ponendo 2 g di erba essiccata in una tazza di acqua e facendo riposare per una decina di minuti; se ne bevono 4-5 tazze al giorno per tutto il mese. In caso di reumatismi possiamo infondere 200 g della pianta in 3 litri di acqua fredda per qualche ora e poi lasciar bollire a fuoco lento per 12-13 minuti. Una volta filtrato si aggiunge l’infuso all’acqua del bagno e si resta immersi in vasca per una ventina di minuti.

Corbezzolo e Altea

La natura ci regala in ottobre altri due efficaci farmaci naturali, il corbezzolo e l’altea, utili rispettivamente per le affezioni urinarie e respiratorie. Con le foglie e le radici di corbezzolo possiamo realizzare un decotto, aggiungendo un cucchiaino di miscela (parti eguali di foglie essiccate e radici sminuzzate) in una tazza di acqua.

Portare ad ebollizione il composto così ottenuto per cinque minuti e poi filtrarlo. Messo in un thermos potrete tenerlo caldo e bere il decotto due volte al giorno in caso di infezioni urinarie, ma anche in caso di vene varicose e flebiti.

Il decotto di radici di altea, pianta naturalmente ricca di mucillagini, aiuta invece a calmare la tosse, sfiamma i bronchi e la gola, e regolarizza l’intestino. Per produrlo basta porre due manciate di radici spezzettate in mezzo litro d’acqua e lasciarle bollire per 10 minuti; il decotto va bevuto tiepido più volte al giorno.
Infine, per contrastare i primi attacchi virali ma anche per dare sollievo alle articolazioni provate dalla crescente umidità, non c’è niente di meglio delle proprietà dell’olio essenziale di canfora, da utilizzare per frizioni locali o nei diffusori specifici per l’aromaterapia.
Topazio dorato

topazio-dorato

Pietra del mese: topazio dorato

E’ un cristallo molto adatto per rigenerare tutti i tessuti, fortificare fegato, milza, sistema immunitario e favorire la digestione.

Indossarlo a ottobre aiuta a disintossicare l’organismo apportando luce e calore interno; rafforza inoltre l’attività della tiroide e il metabolismo predisponendoci ad affrontare i primi freddi. Sul piano spirituale dona calma e pace interiore, accresce la capacità espressiva e creativa e permette di ascoltare le proprie esigenze e bisogni più intimi. Può così proseguire l’opera di ascolto di sé già iniziata a partire dal mese precedente, in sintonia con il fluire delle energie Yin che si muovono ora verso il centro e la profondità.

Frutta e verdura di stagione
Verdura: barbabietole, broccoli, cavolfiori, cavoli, cavolini di Bruxelles, cetrioli, cicoria, finocchi, funghi selvatici, lattuga a cappuccio, lattuga riccia, patate, peperoni, porri, scalogni, sedano rapa, spinaci, zucche.
Frutta: cachi, kiwi, mandorle, melagrane, mele, nocciole, noci, pere, uva.
Erbe aromatiche: alloro, origano, rosmarino, peperoncino, prezzemolo, salvia, timo.

tratto da newsletter@aamterranuova.it

Comments

comments

No Comments yet »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a comment

XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 


Entries and comments feedsfeed Valid XHTML and CSS. ^Top^
32 queries. 0,362 seconds.
Made with ♥ by Alessio
Alessio Filipponio on Linkedin

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Chiudi