Prossima Luna Piena del 9 Marzo

Marzo 2, 2020 on 9:06 am | In Affinita' d'anima, Amici, Astrologia
| No Comments

di Stefano Capitani

A proposito del fatto che “…Il virus retto da Nettuno in Pesci (grandi masse) è sostenuto dallo stellium in Capricorno.( con dei sestili)…”dai una occhiata alla prossima luna piena del 9 marzo che porterà una massiccia dose di emotività, molto probabilmente legata alle vicende del Coronavirus.
Infatti Il plenilunio sarà fortemente “nettuniano” con il Sole congiunto a Nettuno e pure nel segno dei Pesci! Il tutto poi amplificato dalla stessa Luna che farà trigono con lo stellium in Capricorno, fra cui anche Marte probabilmente amplificatore di emotività e panico.
Praticamente la prossima luna piena forma un potente “punto di Talete” (triandolo rettangolo) il cui vertice dell’angolo retto è rappresentato dallo “stellium in Capricorno” sul quale si scarica l’opposizione del Plenilunio (Sole congiunto a Nettuno in Pesci opposto alla Luna in Vergine!
In questi ultimissimi giorni…guarda caso in prossimità del novilunio (oggi alle ore 16:32)… se ne stanno gettando le basi anche qui in Italia!

Ortus conclusus, o il Chiostro della Complazione

Febbraio 24, 2020 on 6:19 am | In Affinita' d'anima, Amici, Astri, Astrologia, Astrologia Esoterica, Corpo-Spirito, Donne, Emozioni, Evoluzione, Oroscopo, Per sorridere, Pratica Astrologica
| No Comments

di Leola Barra

Ortus conclusus, o il Chiostro della Complazione, fondamento ionico intorno al quale si sono sviluppati i più grandi monasteri del Medioevo! Ha quattro lati, sempre:il lato est rappresenta il disprezzo di sé ;quello sud, il disprezzo del mondo; quello ovest, l’amore per il prossimo; quello nord, l’amore di Dio… Non è, esattamente, quello che rappresenta , a livello simbolico, il cerchio della Carta Natale? I quattro lati, non sono, esattamente, le Case angolari, che descrivono la I, il sé ;la IV, il mondo poche ci circonda abitualmente, la famiglia; la VII, il prossimo; la X, la Contemplazione e la Consapevolezza della maturità, come casa di Saturno? Ed il rosone presente in ogni chiesa romanica, non è il Simbolo del Cerchio dell’Esistenza(non lo sottolineo io, ma Argan, nel suo testo di Storia dell’arte)? Ricordiamo, in ultimo, che i fondamenti dell’educazione del tempo, che era tutta ecclesiastica, si bastavano sulle Arti del Trivio, vale a dire le discipline che oggi chiamiamo umanistiche, cioè grammatica, dialettica e retorica; e quelle del Quadrivio, scientifiche, cioè aritmetica, geometria, musica ed astronomia/astrologia! Insomma, questa breve riflessione per sottolineare quanto l’astrologia sia un aspetto da sempre fondamentale della Cultura umana, non solo laica, ma anche ecclesiastica ; e che anche la spiritualità monastica prevedeva la riflessione, in chiave di percorso consapevole, dei simboli astrologici come guida all’esistenza! Ed ora, si vorrebbero cancellare millenni di cultura di questa scienza, che è soprattutto una disciplina di vita: non si possono accostare cialtroneria ed interesse economico, presenti ovunque, solo all’Astrologia!

Aquario – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali

Febbraio 9, 2020 on 7:46 pm | In Amici, Astri, Astrologia, Astropsicologia, Donne, Emozioni, Evoluzione, Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali di Gabriella Leopizzi, Oroscopo, Pratica Astrologica, Segni zodiacali
| No Comments

di Gabriella Leopizzi

Prima di iniziare l’esame del penultimo Segno zodiacale, un chiarimento sul nome che, di solito, ingenera confusione; molto spesso infatti, si dice e si scrive aquario, e si pensa ad un Segno d’acqua mentre invece, come vedremo subito, il suo elemento è l’Aria; forse per tal motivo o forse soltanto per semplice tradizione, il nome esatto del Segno zodiacale è aquario, dalla sua radice latina (Aquarius). Stabilito questo, andiamo oltre.
Undicesimo e penultimo Segno dello Zodiaco, si diceva; di Aria, Fisso, aquario va dal 21 gennaio al 19 febbraio, con due giorni di fluttuazione all’inizio ed alla fine, a seconda degli anni. Quelli di Aria (Gemelli, Bilancia, Aquario), sono Segni di Astrazione, di Pensiero, di Idee e, per questo motivo, distaccati da passioni, emozioni, vibrazioni del sentimento; idealisti e sognatori quindi, portati ad immaginare più che a realizzare, abbastanza in difficoltà a gestire sia il lato emotivo che quello pratico della vita.
Questo non significa certo che tutti gli appartenenti ai tre Segni siano insensibili e con la testa tra le nuvole, perché in ogni Tema natale, oltre al Segno in cui si trova il Sole, sono tanti i fattori che compongono la personalità nella sua interezza; è comunque indubbio che chi ha il proprio Quadro astrale fortemente influenzato da Segni di Aria non si lascia coinvolgere emotivamente con facilità, né gli riesce agevole affrontare la parte materiale dell’esistenza.
Sempre a proposito di Segni di Aria, mentre Gemelli è l’aria frizzante della primavera e Bilancia quella languida dell’autunno, l’Aria acquariana è quella rarefatta dell’alta montagna, calda con il sole ma con possibilità di diventare gelida appena il sole scompare.. Si vedrà poi il perché di questo simbolismo.
I Segni Fissi (Toro, Leone, Aquario) simboleggiano, in positivo, affidabilità, fermezza di idee, capacità a mantenere gli impegni presi ed a condurre a termine le attività iniziate; concentrazione anche, e tendenza a guardare lontano, ad impegnarsi per costruire qualcosa di solido per il futuro. Al negativo, il Segno Fisso porta ostinazione, rigidità di idee, incapacità di adeguarsi al nuovo ed al diverso, con conseguente conservatorismo ad oltranza.
Il Cerchio dello Zodiaco, nella versione Placido (attualmente la più usata), è diviso in dodici Segni. Sei nella parte inferiore e sei in quella superiore. La demarcazione tra il primo ed il secondo gruppo è delimitata dalla Linea Ascendente che divide a metà esatta il cerchio, partendo da 0° Ariete sino a 0° Bilancia, in senso antiorario.
Linea che non è un semplice tratto di penna ma una frontiera ben precisa tra due mondi; all’inizio del Segno Ariete avviene infatti il Solstizio di Primavera… Il 21 marzo, ore del giorno e della notte si equiparano ed inizia la fase ascendente del Sole; ogni giorno un pizzico di luce e di calore in più, sino al Solstizio di Estate che vede il giorno più lungo e la notte più corta dell’anno. In Natura è l’apoteosi del mondo fisico; odori, sapori e colori sono nella loro massima espressione.

Continua a leggere Aquario – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali…

Capricorno – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali

Gennaio 17, 2020 on 5:37 pm | In Amici, Astri, Astrologia, Astropsicologia, Donne, Emozioni, Evoluzione, Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali di Gabriella Leopizzi, Oroscopo, Pratica Astrologica, Segni zodiacali
| No Comments

di Gabriella Leopizzi

Capricorno è il decimo Segno dello Zodiaco; doppio, di Terra, Cardinale, esso va dal 21 dicembre al 21 gennaio, con i soliti due giorni di fluttuazione all’inizio ed alla fine, a seconda degli anni: Segni Cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno), sono quelli che aprono le stagioni ed ospitano i due Solstizi ed i due Equinozi dell’anno. Chi nasce sotto un Segno Cardinale tende a FARE, ad iniziare nuove imprese, ad intraprendere nuove strade, in modo attivo, (attraverso l’agire, (Ariete e Capricorno), o in modo passivo, attraverso l’ideazione, il fantasticare (Cancro e Bilancia).

I Segni doppi danno personalità complesse, quasi due individui che si sovrappongono e si contrastano: i Segni di Terra danno tenacia, senso pratico, e razionalità: altra loro caratteristica è la “fissità” e gli individui fortemente segnati dagli stessi, sono di solito conservatori, assai poco malleabili nelle loro convinzioni ed abbastanza materialisti. I nato sotto il Segno Capricorno, oltre ad avere due personalità sovrapposte (che fra poco esploreremo), sono considerati “doppi”anche in quanto, tendono periodicamente a cambiar pelle, a vedere le cose con occhi diversi ed a comportarsi in diverso modo da prima; succede un po’ a tutti, con il passar degli anni e l’accumularsi dell’esperienza, ma i Capricorno possono arrivare a svolte di pensiero e di vita di 360 gradi.

Si è detto, nella descrizione dei Segni precedenti, come quelli di primavera-estate simboleggino la priorità della Carne sul Pensiero, sulla Spiritualità; il Sole, infatti, con la sua luce ed il suo calore, risveglia al massimo impulsi, desideri, istinti… Tanto più la sua luce ed il suo calore diminuiscono, altrettanto la carnalità viene rattrappita (parecchi animali vanno addirittura in letargo, le piante si disseccano), permettendo così al mondo interiore (razionale e spirituale), di esprimersi senza mediazioni e vincoli.

Continua a leggere Capricorno – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali…

Il vino e la gente del vino

Gennaio 12, 2020 on 3:37 pm | In Amici, Astrologia, Donne, Emozioni, Evoluzione, Oroscopo
| No Comments

di Giuse Titotto

rome-wine-team-dallevigne-spa.jpg
Rome Wine Team Dalle Vigne SPA……..gente che ama e lavora nel vino….davvero!!!

Il mio primo approccio col vino risale alla primissima infanzia non per la solita sbronzetta dei bimbi che scolano i bicchieri degli adulti distratti ma perché una giornata particolare mi rimase impressa nella memoria stimolando la mia fantasia infantile.
L’esperienza rientra nell’atmosfera della settimana di Pasqua: nel pomeriggio del venerdì santo papà e zio imbottigliarono il vino perché c’era la “luna giusta”.
Aspettai la notte per vederla, quella “luna giusta”. Ma fui delusa perché durante la processione serale col Cristo morto – nel buio rotto soltanto dalle fiammelle dei ceri accesi sui davanzali delle finestre – si levò all’improvviso un vento furioso che spense i ceri, fece sbatacchiare le imposte, tentò di rubare sottane e veli alle donne mentre il cielo divenne cupo e tra lampi e tuoni si scatenò un acquazzone coi fiocchi che inzuppò tutti. E la luna giusta?

Continua a leggere Il vino e la gente del vino…

L’asse dei segni fissi: Toro, Leone, Scorpione, Acquario

Dicembre 31, 2019 on 8:08 pm | In Amici, Astrologia, Oroscopo, Pratica Astrologica
| No Comments

di Lidia Fassio

L’Acquario, come ultimo segno dell’asse dei “fissi”, può raggiungersi e svilupparsi solo se gli altri tre segni della croce sono stati in qualche modo affrontati e risolti.
L’asse dei segni fissi ha a che fare con quelle dinamiche che io chiamo delle  3 “P”, ovvero possesso, paranoia egopatica e potere; senza il superamento o meglio il padroneggiamento in senso corretto di ciò che questi tre segni richiedono come cammino personale, non sarà possibile giungere ad un vero e reale “senso comune” in cui si sia pronti a condividere e scambiare progetti, idee e soprattutto solidarietà nonche’  a tollerare (nel senso più nobile del termine) le diversità e a vivere come il reale patrimonio che l’universo ci ha messo a disposizione.
Purtroppo pero’, le problematiche di insicurezza del Toro inducono a prendere troppo, a trattenere e a mettere recinti su tutto ciò che si possiede;  in questo senso, i “beni personali” non sono le risorse personali
che ognuno ha, ma diventano veri e propri possedimenti da difendere con le unghie e con i denti e questa mentalità di scontra terribilmente contro quella del “senso o dei beni comuni” che dovrà essere quella dell’Acquario.
Allo stesso modo, il bisogno di unicità e di esclusività del Leone, se non diventa un valore interno personale in grado di rassicurare l’Io, questo avrà sempre bisogno di dominare o di gestire, o di trovare ancora identità e riconoscimento in una segno che deve avere un’identità profonda che non possa sentirsi intaccata dalla partecipazione e dalla condivisione.
Non si può più “brillare” in senso leonino in Acquario perchè li’ devo essere in grado di lavorare per un benessere molto più allargato e quindi, il mio IO non può sentirci menomato se qualcun altro è migliore di me o ha fatto più di me.
Per quanto riguarda l’ultima delle “P” è quella del potere dello Scorpione che non riguarda il manipolare, l’abusare o il cercare di dominare sugli altri. Infatti, in questo segno l’unico potere che ci è riconosciuto è quello di conoscerci, di saper padroneggiare le nostre dinamiche interne, di riuscire a tollerare la frustrazione della precarietà e dell’impermanenza, nonche’ dell’ineluttabile trasformazione di tutte le cose. E’ la capacità di accettare la perdita per un senso di ricchezza interno, personale.
Una volta acquisiti e introiettati in senso vero e corretto, ecco che potremo anche pensare di raggiungere quel senso di libertà e di autenticità vera che l’Acquario richiede, nonche’ quella partecipazione che questo
segno richiede in quanto “segno di Aria” e come tale legato alla condivisione,
scambio, grande relazione, grande connessione.

Auguri e Buone Feste 2019

Dicembre 22, 2019 on 11:39 am | In Amici, Cose carine, Pensieri
| No Comments

« Pagina precedentePagina successiva »


Entries and comments feedsfeed Valid XHTML and CSS. ^Top^
37 queries. 0,521 seconds.
Made with ♥ by Alessio
Alessio Filipponio on Linkedin

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Chiudi