Il tuo telefonino ti frigge il cervello

giugno 9, 2015 on 6:11 am | In Affinita' d'anima, Buono a sapersi, Evoluzione, Informazioni, Salute, Schifezze, Voglia di cambiare
| No Comments

cervello fritto

 

Ricevo dal Dott. Angelo Bona medico psicoterapeuta

Certamente sai che l’esporti per lungo tempo della giornata alle radiazioni del tuo cellulare fa molto male. I telefonini portatili emettono onde simili a quella di un forno a microonde   con potenza più bassa, ma con la stessa frequenza. Le microonde riscaldano l’acqua contenuta nelle nostre cellule (riscaldamento dielettrico) e in misura minore influiscono sui lipidi e sugli zuccheri.
 
Parlando invece di proteine, una volta riscaldate dalle microonde esse  vibrano violentemente e i legami più deboli della catena di aminoacidi che le forma si spezzano. Le stringhe di aminoacidi si srotolano.
 
In alcuni condizioni il processo di denaturazione è temporaneo,  in altri casi è irreversibile : nell’uovo fritto, l’albume diventa bianco e si rapprende permanentemente.
 
Come se tu fossi esposto ad un forno a microonde, il tuo caro mobile phone  ti frigge il cervello.
 
La Agency for Research on Cancer (IARC) raccomanda estrema attenzione all’uso dei telefonini, ma attualmente non mi pare che ci sia una sensibilizzazione delle autorità: per caso ci sono troppi interessi in gioco?.
 
Vediamo con obiettività cosa mi svela la ricerca scientifica più aggiornata sulla nocività dei telefonini: per così dire valuto  “lo stato dell’arte”.
 
Seguimi nel percorso di verifica che ho compiuto questa mattina per te e per me.
 
Intanto spunta subito questo primo articolo che afferma la correlazione tra uso dei cellulari e i danni alla barriera ematoencefalica di topi esposti alle radiazioni elettromagnetiche dei cellulari.
 
Cosa è la barriera ematoencefalica? Beh, puoi considerarla un filtro, una membrana che non permette il passaggio di elementi considerati biologicamente nocivi (ad esempio molecole o composti chimici) e che sono presenti nel sangue. Si tratta di “setaccio” fondamentale per la tutela fisiologica del nostro encefalo. Cosa producono i cellulari sulla barriera emato encefalica?
 
Gli scienziati lo hanno studiato nei topi, ma non credere che siamo poi così diversi.
 
L’articolo afferma chiaramente che i cellulari emettono un campo di radiazione elettromagnetica che provoca danni alla barriera ematoencefalica, all’ippocampo ed alla corteccia con deficit conseguenti della memoria spaziale che consente al topo di crearsi una mappa  del territorio, dello spazio circostante.  Link 1 PMID: 25598203
 
In parole povere, ma chiare, i topi ne escono con il cervello fuso
 
Poi mi appare la cruda e drammatica  realtà: i telefonini incrementano il rischio di contrarre forme tumorali cerebrali quali il glioma, il meningioma, il neurinomaLink 2 PMID: 25738972
 
Non solo sono dannosi i cellulari, ma parimenti le reti WIFI, i cordeless phone,: una scoperta scontata, ma molto dura da sopportare una volta verificata.  Link 3 PMID:25466607
 
Voglio farti notare che nel link 2 Link 2 PMID: 25738972 viene considerato che  La Agency for Research on Cancer (IARC) debba valutare la pericolosità dei cellulari a livello 2A

 
Cosa vuole dire? 2A     Vuole dire probabile cancerogenicità per l’uomo.
 
Probabile? Vediamo ancora:  Pare proprio che i telefonini favoriscano l’insorgere del glioma cerebrale. Link 3 PMID: 25466607
 
Che dire allora della antenne di trasmissione dei cellulari, le cosiddette mobile phone base station? Dipendentemente dalla distanza dei residenti e dalla potenza dei trasmettitori possono verificarsi danni genetici, tumori, neurinomi del nervo acusticoLink 4
 
Potrei continuare a documentarti con ulteriori link e ulteriori references, ma mi pare che basti. Traiamo le debite conclusioni.
 
Se il fumo viene venduto come monopolio di stato non dobbiamo sorprenderci che i telefonini con il business che sottendono, vengano  tacciati pubblicamente di nocività. Dovrebbe comparire sul nostro cellulare la scritta identica che capeggia sui pacchetti di sigarette: nuoce alla salute!
 
Ancora un danno compiono silenziosamente queste “saponette radioattive” che tanto sono utili per la nostra comunicazione quotidiana.
 
Avete per caso notato che i cellulari alienano le persone e soprattutto i bambini e i giovanissimi? La iperconnettività da portatili sta creando una ipnosi di massa che aliena miliardi di persone divenute schizoidi, autistiche, depresse, dipendenti dai cellulari. Intere giovani generazioni stanno affogando dentro gli screens , schermi piccoli o grandi dove vivono la loro realtà virtuale.  Link5 PMID: 25595966
 
Si sta perdendo il senso della comunicazione, del percorso dell’anima. Anima, parola desueta che non interessa nessuna “app”. Link 6 PMID: 25771594
 
Numerosi studi scientifici mettono in correlazione l’uso eccessivo del telefonino con la depressione con l’alienazione dei giovani adolescenti. Link 7  PMID: 25586816
 
Come prima dritta ti consiglio: se hai un figlio portalo a giocare in un parco dove possa respirare ed interagire con gli altri senza usare continuamente  il cellulare. Il gioco interattivo cura la mente e   solleva lo spirito.
 
Poi ti chiedo di spegnere almeno alla notte i tuoi tanti cellulari, WIFI, reti wireless ecc. Vedrai che dopo una sana meditazione dormirai meglio non sottoposto all’elettrosmog che ti frigge i sogni e i neuroni. Link 8 PMID: 25771595
 

Partecipa al blog: Il tuo telefonino ti frigge il cervello: ti spiego perché. Dal blog AIIRe: non solo ipnosi medica.
 
Ora ti saluto ricordandoti che prima o poi questi miei articoli produrranno una conseguenza. Spero ardentemente positiva. Altrimenti mi portai sempre scrivere a  :
 
areacinquantunonevada@angelobona.stop.
 
La mia spada è un condividi!
 
Pagina Facebook. Se hai apprezzato questo post lascia un mi piace  e visita la  mia pagina Facebook.
 
Ebookeria: Se vuoi regala o regalati un libro della mia ebookeria. Ebookeria.
 
Per appuntamenti con il dott. Angelo Bona  tel 3279011694
 
Buona vita Angelo Bona

 

I grandi temi dell’ipnosi regressiva evocativa. Conosci le differenze del cervello maschile e femminile?

ottobre 7, 2014 on 3:31 am | In Affinita' d'anima, Amici, Buono a sapersi, Corpo-Spirito, Evoluzione, Informazioni, Olistico, Pensieri
| 1 Comment

Ricevo da AIIRe di Angelo Bona e copio e incollo

Ti sarai chiesto come mai chi riveste cariche di potere è spesso un individuo egoista, narcisista, aggressivo, lontano da una vera empatia con il popolo che rappresenta.

Dobbiamo partire da una convalidata teoria scientifica che divide l’encefalo in tre porzioni: la famosa tesi del Triune Brain Di MacLean .

Secondo questa teoria siamo dotati di tre porzioni cerebrali definibili come : cervello rettiliano o r-Complex. cervello mammifero-limbico e cervello corticale–sapiens. Ogni parte del cervello manifesta funzioni sue proprie che si esprimono in modo diverso nei differenti soggetti.
Il cervello rettiliano è dominante, territoriale, gerarchico, rituale, liturgico, istintivo, cinico, volto alla sopravvivenza, al possesso e alla competitività.
Il cervello mammifero-limbico presiede alle emozioni, alla tutela della prole, all’affettività, alla condivisione, all’empatia, alla compassione, alla socialità.
Il cervello corticale è logico razionale, numerico ecc.

L’equilibrio di funzioni cerebrali si ottiene quando le qualità dei tre cervelli sono bene equilibrate. Non esiste una porzione “cattiva” e anche la difesa, l’istinto di sopravvivenza del cervello rettiliano opportunamente modulati , permettono una giusta salvaguardia di sé e del gruppo.

L’eccesso di “rettilianità” invece favorisce la “spregevolezza”, l’egoismo, l’autoreferenzialità, la sopraffazione, il disconoscimento dei diritti dell’altro. In poche parole la guerra.

Va da sé che sono spesso gli individui più rettiliani-dominanti, volti alla leadership e maggiormente assetati di potere che salgono la scala sociale, religiosa e politica.

Come paradosso quindi gli individui meno evoluti e primitivi e violenti guidano senza saggezza e sensibilità la società e oggigiorno ne subiamo tutti le drammatiche conseguenze.

I giornali sono colmi di gesta di rettili che emergono dalla cronaca contendendosi il territorio sociale e politico palmo a palmo.

Il verbo “attaccare” è una delle più frequenti parti del discorso e compare spessissimo sulle pagine dei quotidiani. Il tale politico attacca il rivale, tizio distrugge l’avversario, caio annienta sempronio.

Si assiste ad una continua lotta di varani che si scontrano, si distruggono, si umiliano reciprocamente per poi allearsi. Offendere è divenuto lo sport nazionale più in voga, di questi neo-gladiatori da talk show televisivo, di questi pseudo intellettuali dal gergo da barocciai.

Ora spero che tu non mi fraintenda. Non voglio prendere le parti dell’uno o dell’altro. Non sono un politico nè un ideologo settario. Voglio solo comprendere e ricercare insieme a te.

Parimenti non terrò la parte di qualcuno, nè delle donne contro i maschi, né accamperò diritti di prevaricazione del sesso forte su quello gentile come per talune inculture appare scontato.

Vediamo di entrare nel cervello maschile e femminile con i fine di comprendere delle cose importanti.

La corteccia cerebrale contiene 25 miliardi di neuroni collegati attraverso 164.000.000.000.000 sinapsi, cioè connessioni tra i neuroni. L’encefalo non funziona allo stesso modo in Adamo ed in Eva.

Nel complesso, gli uomini sembrano avere più materia grigia, fatta di neuroni attivi, mentre le donne abbondano di sostanza bianca responsabile della comunicazione tra le diverse aree del cervello.

Leggo che i maschi attivano nel problem solving le funzioni corticali-sapiens a differenza delle donne che tendono a decidere maggiormente su una base emotiva primaria, come afferma Witelson psichiatra e neuroscienziato del Department of Psychiatry, McMaster University, Hamilton, Ontario, Canada.

l cervello femminile è più piccolo, ma i neuroni sono più ravvicinati e densi. Pub Med 1

Questo potrebbe spiegare come le donne possano dimostrare gli stessi livelli di intelligenza degli uomini, nonostante la differenza di dimensioni dell’encefalo, maggiori nel maschio.

Differenze neurali tra i sessi si traducono in pensiero e in comportamento influenzando il modo in cui uomini e donne percepiscono la realtà, elaborano le informazioni, formulano giudizi e agiscono socialmente.

Deborah Blum famosa giornalista americana del New York Times afferma :
“Nelle società primitive i maschi devono competere duramente per diventare padri, e sono obbligati a confrontarsi con la gerarchia, la concorrenza, la posizione dominante. E’ il testosterone che sorregge i loro scontri di potere, mentre le femmine si dedicano all’accudimento dei bambini alla preparazione del cibo ed al mantenimento dell’equilibrio sociale influenzati dagli estrogeni”.

Nella nostra società le primitive istanze di competizione maschile per la salvaguardia della specie si sono degradate in lotta volta all’accaparramento del potere politico ed economico ed alla esasperazione del consumismo ai danni della società e dello stesso ecosistema.

Le amigdale sono due “mandorle” presenti nel nostro cervello che presiedono all’aggressività, alla paura ed alla competitività. Wikipedia1

Le amigdale nel cervello degli uomini sono più grandi di quelle delle donne e possiedono recettori per il testosterone che esaltano le reazioni di rabbia, di lotta o di fuga.

Sempre nelle popolazioni primitive , le donne non tendono alla rissa, ma cercano di salvaguardare la sicurezza dei figli e del gruppo adoperandosi per trovare soluzioni pacifiche ai conflitti.

Quindi, semplificando potrei dire che la maggior parte dei maschi sono sottoposti a influenze amigdaloidee e rettiliane e che le donne in genere manifestano tendenzialmente una loro natura limbica-mammifera.

Questo non deve rappresentare un assioma e sono consapevole che esistono rappresentanti del gentil sesso molto più aggressive dei maschi. Ne conosco diverse.

La corteccia prefrontale mette un freno alla istintività delle amigdale, difatti pare sia più vasta nelle donne.

Nella mia pratica clinica e diagnostica non noto una sostanziale differenza di vitamina D e di serotonina tra uomini e donne. La vitamina D stimola la sintesi di serotonina a partire dal triptofano agendo sul gene TPH2 e rappresenta l’antidepressivo più disconosciuto per via del suo basso costo della storia dell’umanità.

Se i livelli di vitamina D-serotonina sono bassi, e ciò avviene epidemicamente, si liberano i peggiori istinti rettiliani amigdaloidei.

Ti ricordo che la vitamina D-serotonina controlla la reattività delle amigdale.

Ergo ne deduco che esiste una proficua complementarietà del cervello maschile e femminile.

L’encefalo di una donna, ipersinaptico, le dovrebbe permette in genere maggiori connessioni affettive ed emotive ed una maggiore riflessione di quanto sia capace il maschio.

Lui dovrebbe essere più portato alla rapidità decisionale, alla logica, alla salvaguardia e alla protezione del suo clan.

L’eccezione conferma sempre la regola e conosco molti uomini con una ottima componente mammifero-limbica e magari con una intelligenza sublime lasciati a margine della società.

Il dramma è che sono gli individui rettiliani primitivi, prevalentemente maschi, ma anche femmine che salgono la scala sociale accaparrandosi il potere ed utilizzandolo solo per sfruttamento delle risorse sociali e per razzia del patrimonio comune. Questi “velociraptor” sono molto aggressivi, ma di norma pochissimo intelligenti.

Bisogna pertanto fermare i “rettiliani-amigdaoidei siano essi maschi che femmine favorendo l’ascesa delle anime belle, evolute, non aggressive e lungimiranti.

L’ipnosi regressiva evocativa “scarica” le amigdale e consente quel salto quantico che favorisce dopo la fase regressiva, l’evocazione delle Guide interiori e la consapevolezza dell’Uno.

Sull’acropoli dell’ipnosi regressiva evocativa camminano ancora gli antichi filosofi e Socrate sa per certo di non sapere.

Abbiamo poco tempo. Fermiamo con amore chi si nutre di dolore.Ve lo dice “il bambino dei diluvi”.

Domande: Conosci un rettiliano, una rettiliana? Credi esista una possibile collaborazione tra maschile e femminile? Quali sono state le tue esperienze di interazione con l’altro sesso? Sai riconoscere le componenti rettiliane tue e delle persone che incontri? Vuoi fare il REPTILIAN TEST ? Quale percentuale hai realizzato? Come mai i rettiliani vanno al potere?

Partecipa al blog: I grandi temi dell’ipnosi regressiva evocativa. Conosci le differenze del cervello maschile e femminile?

Macchie della pelle

marzo 2, 2014 on 7:55 am | In Amici, Bellezza, Corpo-Spirito, Cose carine, Informazioni, Olistico, Vita ecologica, Voglia di cambiare
| No Comments

 

Parlo di quelle del sole, del tempo…..mi raccomando tutte le modificazioni della pelle bisogna farle vedere al dermatologo per essere certi della sua esatta natura. Stabilito che la macchia è  quella diciamo dell’età (sia se si è donne ma anche uomini) si puo’ provare questo mio facile e naturale rimedio per le macchie scure sia del viso che delle mani. Mi preparo in una ciotolina 5 gocce di olio essenziale di finocchio, ci aggiungo un poco di lievito di birra in polvere e un poco di amido di riso. Aggiungo un poco di acqua di Hammamelis o di Rose e preparo una pappetta che sarà elastica anche se liquida. Deve essere di una consistenza tipo cremina. Lo passo sulla guancia e lascio li……intanto che faccio tutte le cose della casa…….ci vuole tempo, pazienza e costanza….pero’ mi sembra molto schiarente……a Voi a scelta….io mi trovo bene. 

Camminata Lenta

settembre 27, 2013 on 3:22 pm | In Affinita' d'anima, Amici, Amore, Buono a sapersi, Cose carine, Emozioni, Evoluzione, Informazioni, Olistico, Spirito-Corpo, Voglia di cambiare
| No Comments

Ricevo ed inoltro perchè mi sembra una bellissima iniziativa.

Cari amici
Vi scrivo per invitarvi a partecipare a questo evento speciale che si terrà il 28 settembre alle ore 16 in tutte le maggiori piazze d\’Italia. L\’evento, che si svolge a livello nazionale, si chiama \Camminata Lenta\.

Credo fortemente che sia giunto il momento in cui tutte le persone si risveglino dal sonno della lamentela e dell\’impotenza e comincino ad accorgersi che è responsabilità di ognuno creare il mondo in cui vuole vivere.

Finora abbiamo sentito solo lamentazioni oppure rabbia, urla e vaffa , contro un sistema che continua a fare i giochetti delle tre carte…
Ma non è con l\’odio o la rabbia che si cambia il mondo…
Il mondo va cambiato prima di tutto dentro di noi, assumendoci la Responsabilità di Chi Siamo e in che mondo vogliamo vivere.

La Camminata Lenta è un atto coreografico a ritmo di musica, assolutamente pacifico (il link per vedere il video è questo http://www.youtube.com/watch?v=ephLVEsSfFM per far sentire la presenza di quella parte di Italia che non urla l\’odio ed il risentimento, (giacché sa che non è con quel tipo di energia che si costruisce il Nuovo), ma che al contempo non è stupida e non sta solo a guardare e subire senza fare nulla.

Partecipare a questa manifestazione non significa per forza aderire ad un partito, significa semplicemente dichiarare al mondo che Ci Sei, che questo Paese è anche il Tuo e che vuoi vivere in un\’Italia migliore.

Dopo il 21 dicembre 2012 molti si aspettavano di vedere di punto in bianco tutto il mondo cambiato dal mattino alla sera….. ma non è così che funziona…
Il cambiamento siamo noi, con le nostre coscienze espanse, con la nostra capacità di metterci in gioco, con la disponibilità ad espandere la nostra Luce e cominciare a generare un mondo migliore.
Tocca a chi è più consapevole fare il primo passo, mostrare un\’altra possibilità, radicalmente diversa da ciò che finora è stato,
e cominciare a rendere concreto quel modo nuovo di stare nel mondo di cui tanto si parla nei gruppi, nei seminari….
Mettere la nostra creatività, il nostro Cuore e la nostra capacità di Visione al servizio della collettività, non solo attraverso i piccoli interventi (seppur preziosi) che già stiamo facendo, ma puntando dritto a rivedere la struttura che ci governa, e che così com\’è impostata ha ridotto l\’intero paese al collasso.

Prima che muoia definitivamente, bisogna che gli uomini e le donne di buona volontà si alzino in piedi e comincino ad assumersi la responsabilità del mondo in cui vogliono vivere.

Questo è il significato di questa Camminata Lenta, e questo è il motivo per cui io ho scelto di partecipare. Spero di cuore che ci sarete anche voi…

sabato 28 settembre – alle ore 16

a Torino – in Piazza Castello ( lato Armeria Reale)
Milano – Piazza Duomo
Roma – Piazza Farnese
Bologna – Piazza Santo Stefano
Padova – Piazza dei Frutti
Palermo – Piazza Politeama
Ancona – Piazza Roma
Cagliari – Piazza del Carmine
Bari – Piazza del Ferrarese
Reggio Calabria – Arena Ciccio Franco
L\’Aquila – Piazza Duomo
Arezzo – Piazza San Michele

Diffondete l\’iniziativa tra tutti i vostri contatti!!!
Non è più il tempo di disinteressarsi, non è più il tempo di stare a guardare…
Camminiamo insieme per un\’Italia Migliore

Stati Uniti Sagittario

dicembre 14, 2011 on 1:16 pm | In Affinita' d'anima, Astrologia, Informazioni, Pensieri, Viaggi
Tags: , , , , | No Comments

Sono appena tornata dagli States, qualche giorno a New York e qualche giorno in campagna a Clinton per vedere l’ultimo pezzo della mia famiglia……la mia zietta 94 enne.

Però ho girato molto New York grazie ad una cuginetta deliziosa, sono stata ospite in campagna da un’altra cuginetta ed ho goduto della festa famigliare del Thanksgiving con grande cena a base di tacchino.

E l’America mi è piaciuta molto di più questa volta, nonostante la fatica di non perdere un momento e di vedere sempre un poco di più della città.

Mi piace tantissimo riflettere quando viaggio e trovare i collegamenti con l’astrologia.  New York: la Grande Mela è un bello esempio di americanità e si “sente” dappertutto il segno del Sagittario.

Gli americani sono molto “friendly” “amiconi” parlano con tutti, è tutto molto grande ed è bellissimo vedere un posto dove c’è parte di tutta l’umanità, di ogni colore e religione. Tutto è molto gioviano e grande. Veramente espanso……

Le case, i grattacieli,  i negozi colmi di roba…… è un posto veramente diverso, specialmente per un’europea, unico nel suo genere. Ma allo stesso modo sono molto tradizionalisti, amano questa festa e tutte le famiglie si riuniscono con ottimo cibo, ottimo bere e spesso si godono la partita alla tv. Forse perché non tutte le religioni festeggiano il Natale questa è una festa molto sentita: Il Ringraziamento.

Gli Stati Uniti hanno accettato molta emigrazione, certo è che poi……..  hanno costretto tutti a sottostare alle loro regole, e avverti dovunque…..anche alla dogana…..o con la polizia in giro quanto ci tengono a far si…..che tutto vada come vogliono loro……in questo ci vedo molto l’atteggiamento Sagittario detentore dell’Unica Verità. Tradizionalista, ma aperto e bonario. Fiducioso, ma attento che non si vada contro la propria legge.

Giove era il Capo dell’Olimpo….apparentemente bonario, ma…fermamente convinto che lui comanda e gli altri ubbidiscono…..e non si discute!

Assomiglia,……… anche alla politica degli Stati Uniti nel Mondo???Cosi vagamente???

Lo stress e’ contagioso: come evitarlo di Valentino Salvato

dicembre 2, 2011 on 6:43 pm | In Amici, Corpo-Spirito, Evoluzione, Informazioni, Schifezze, Voglia di cambiare
| 1 Comment



Questo e’ un articolo veramente illuminante sullo stress, sulle sue conseguenze e su come si trasmette da persona a persona:

http://www.repubblica.it/scienze/2011/11/30/news/stress_contagioso-25098366/?ref=HREC2-20

Per questo va evitato. Va impedito che l'”immondizia” venga gettata nel giardino del vicino e sparsa dappertutto.

Il primo modo per evitare di cadere nella trappola e’ quello di evitare i tre peccati capitali: lamentarsi, criticare  ed incolpare.

Il  secondo modo e’ di parlare di cose negative solo con lo scopo di  trovare una soluzione e, quindi, parlarne solo con chi ci può aiutare.  In questo caso bisogna parlare il 20% del problema e l’80% delle  soluzioni.

Il  terzo modo riguarda il modo giusto di sfogare le proprie emozioni  negative. Certamente non bisogna farlo con altre persone! Piuttosto  bisogna impiegare due metodi semplici e molto efficaci. Il primo e’  fisico: correre o passeggiare velocemente per disperdere l’energia  negativa accumulata.  Il secondo e’ mentale: scrivere tutta l’immondizia su di un pezzo di  carta e  poi bruciarlo senza farlo leggere ad alcuna persona.

Se  volete veramente BENE al/la prossimo/a, non trasmettete la vostra  negatività, ma solo la vostra positività’…senza farvi spremere troppo,  comunque.

Primo Convegno Astrologico Ferrarese “I volti delle Stelle”

settembre 27, 2011 on 4:40 am | In Affinita' d'anima, Astri, Astrologia, Bellezza, Buono a sapersi, Informazioni, La Bacheca
| No Comments

Primo Convegno Astrologico Ferrarese “I volti delle Stelle”
sabato 1 ottobre alle ore 15.00 – 02 ottobre alle ore 13.00
Ferrara
Via Madama, 40/A – 44100 – Ferrarra

L’Associazione Culturale Astrologica Hairesis – Delegazione CIDA di Ferrara è lieta di organizzare il Primo Convegno Astrologico Ferrarese dal titolo “I volti delle Stelle – Il cosmo iconografico estense tra arte, scienza e astrologia”.

Obiettivo: dimostrare che fonte principale d’ispirazione di rilevanti opere artistiche come il De Sphaera e i Decani della Sala dei Mesi è il Cielo, del quale l’Astrologia ne costituisce lo stru…mento principale di interpretazione.

L’evento si articola in due momenti:

– Sabato 1 Ottobre 2011 (Ore 15:00-19:30): Convegno
– Domenica 2 Ottobre 2011 (Ore 9:30-13:00): Tour “Ferrara Esoterica”

Relatori: Gianluigi Magoni, Patrizia Nava, Daniela Frignani, Brunilia Patrick e Sara Chelli
Moderatore: Dante Valente
Organizzazione e direzione: Massimiliano Gaetano

Continua a leggere Primo Convegno Astrologico Ferrarese “I volti delle Stelle”…

Pagina successiva »


Entries and comments feedsfeed Valid XHTML and CSS. ^Top^
41 queries. 0,486 seconds.
Made with ♥ by Alessio
Alessio Filipponio on Linkedin

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Chiudi