Venere in Vergine e sesta casa

settembre 3, 2019 on 11:52 am | In Affinita' d'anima, Amici, Amore, Astri, Astrologia, Consulto, Corpo-Spirito, Emozioni, Evoluzione, Libri, Miei Articoli, Oroscopo, Pratica Astrologica, Salute, Segni zodiacali, Tratto da.......
| No Comments

tratto da Venere e Marte 

Venere in Vergine e sesta casa
Vergine è segno mobile, femminile. Come quello dei Gemelli, è dominato da Mercurio, ma mentre il primo è un segno d’aria, quest’ultimo è un segno di terra e questa differenza si manifesta evidente nella stessa forma mentis: nella Vergine dà un’intelligenza grave, ponderatrice, pratica, in una parola «terrena». La Vergine, priva della medesima agilità intellettuale del Gemelli, presa alla sprovvista non improvvisa, preferisce tacere, riservandosi la prognosi poi, nella solitudine lentamente riflette e ripensa tutto ciò che si riferisce all’argomento per fare infine le sue considerazioni in forma chiara e precisa. E’ capace d’immergersi per ore e ore in silenziosa contemplazione di un tramonto, del mare o di un paesaggio ed è pure incline a girare altrettanto a lungo e da sola nei boschi e fra i prati.

Persefone è l’archetipo verginale, è l’esteriorità della vita e, nel rapporto con la madre Demetra, déa delle messi, ricorda il mondo innocente dell’infanzia nel quale non c’è ancora separazione, conflitto e paura. Passeggiando con la madre, Persefone attende ignara l’avvento delle responsabilità e della vita adulta, come accade ai nostri giorni quando un avvenimento importante che solitamente è collegato ad un transito di Plutone dà inizio ad una fase di morte e rinascita. Dunque Persefone nel prato coglie un fiore che Ades ha piantato per ammaliarla e subito si spalancano per lei le porte delle tenebre: è strappata a Demetra e costretta a soggiacere con il dio degl’inferi. Dalle invocazioni della madre e per intercessione di Zeus il periodo di convivenza con Ades si alterna al soggiorno sulla terra, ma intanto il frutto del rapporto si rende concreto in Dioniso, controparte passionale di ciascuno di noi. Se nella figura del Leone è riassunto il rapporto tra padre e figlio, in quella della Vergine è riassunto il rapporto tra madre e figlia, il sacrificio che la figlia deve compiere per diventare madre, l’essere madre e amante pur conservando interiormente la propria integrità. Esiste uno strano rapporto tra l’energia scorpionica e verginale che va di là della semplice definizione froidiana d’anale rilasciato o ritenuto e che può richiamarsi all’attrazione fallica per la verginità che ancora aleggia in certe parti della nostra società. Originariamente la parola vergine indicava una donna nubile, senza riferimento a parti anatomiche inviolate, Virgo nel senso della padrona di sé indipendente, che non dipende da un marito divino come vediamo nella mitologia greco-romana. Questa è la rappresentazione della dea vergine Artemide ritratta con cinquanta mammelle per mostrare che essa rappresenta la nutrice che crea tutto. La dea governava da sola, autosufficiente e poteva considerarsi la consorte di tutto ciò che è vivo, perciò il significato del segno è anche la psiche padrona di sé, l’individuo integrato in sé stesso che può dare liberamente senza paura di perdersi nell’altro, senza temere relazioni che lo dominino o lo distruggano. Come sesto segno dello zodiaco la Vergine riguarda la sintesi reale delle esperienze dei primi cinque stadi dell’esperienza individuale: la capacità d’imporsi dell’Ariete, la costruzione della stabilità del Toro, la curiosità e la comunicazione dei Gemelli, il radicamento del Cancro e la creatività del Leone. La Vergine è anche legata all’alchimia medioevale, la trasmutazione della sostanza, il prendere qualcosa grezzo e trasformarlo in qualcosa di utile ed in ciò richiama la figura di Ermes, il Mercurio degli alchimisti, nella sua forma femminile, sino a che egli stesso non cade nella sindrome da saccenza.
La Casa sesta attiene le regole di gestione delle proprie risorse psicofisiche, ha il compito d’integrare l’IO e mette l’uomo di fronte alle difficoltà della vita, definendo le capacità reattive a superarle attraverso la coscienza del proprio valore. E’ dunque il settore del servizio, esprime il senso del dovere e il rapporto con il proprio corpo.
In un segno così cerebrale, Venere definisce una persona veramente attenta e scrupolosa, che vaglia tutti i pro e i contro con una formidabile critica rivolta prima a se stessa e poi agli altri. Il lasciarsi andare a forme d’amore e vivere le passioni brucianti, devono passare al vaglio della censura mentale che blocca l’istintività dei sentimenti. L’essere selettiva rende complessa la ricerca della perfezione e il perdersi nei dettagli, non permette di vedere l’insieme delle cose e delle situazioni, perciò non è facile comprenderla specie se eccede nell’ipercriticismo e diventa saccente. Ciò accade specie quando è lesa o retrograda, porta ad essere ipercritici a sfondo egoistico, per eludere l’impegno sentimentale. I giudizi e le opinioni sono espressi in modo tagliente e asettico selezionando ciò che serve da ciò che non serve, ciò che è buono da ciò che è cattivo, è tutto questo alla fine può essere stressante al punto di somatizzare malesseri a livello intestinale. Se comprende che ci sono cose che vanno aldilà di ciò che la mente razionale spiega, è più serena e può possedere ciò che non ha il coraggio di ammettere, ma che vuole provare, ciò che le piace e di cui è incuriosita, ma non osa confessare per timidezza.
Ho sempre letto che Venere in Vergine ha tutta una serie di complessi d’inferiorità che solo nel tempo giunge a compensare rendendosi competente e specializzata, acquisendo il giusto metodo per procedere e sentendosi rassicurata dal suo comportamento. Diventando così autonoma smette di vedere il partner come migliore di sé. Efficiente, igienista, pronta e attenta, nell’affrontare la vita quotidiana non fa mancare nulla, purché non cada nella pulizia eccessiva di cose e persone, proprio per compensare quella ricerca di perfezione cui aspira, spesso scambiata per autosufficienza.
– Anche qui c’è un caso che conosco molto bene, un’altra mia cara amica, Lucia, con cui ho lavorato per 15 anni, ora non lavora più. Pensa che negli ultimi mesi lavorava fino alle otto di sera in ufficio, è un Leone con Venere e Mercurio in Vergine e ci teneva moltissimo che nessuno potesse sostenere che non aveva fatto il massimo possibile nel suo lavoro prima della pensione. Era anche messa a disagio dalle barzellette spinte raccontate da una sua collega, lei fingeva di non capire, ma sono sicura che era un suo vero pudore.
Si, la Venere in Vergine è riservata e timida al punto che preferisce non capire frasi che la potrebbero mettere in imbarazzo, riuscirebbe ad arrossire anche a quarant’anni…
Venere in sesta casa fa risaltare la simbologia della salute in tutte le sue espressioni e ci sarà un culto della pulizia dell’ambiente e del proprio corpo, eventualmente anche di quello degli altri, che porterà a praticare professioni che hanno a che fare con le cure estetiche, erboristiche, alimentari e può essere praticata l’assistenza ospedaliera. Solitamente Venere in sesta casa dà una bellezza modesta, priva di reale fascino, ma ricondotta alla perfezione delle varie parti del corpo, dà idee molto convenzionali in fatto d’amore e normalmente si fissa l’interesse verso persone mediocri, magari verso colleghi di lavoro cui sottostare. C’è amore per gli animali. Se Venere è lesa può indicare scarsa avvenenza a causa di malattia, assistenza forzata e pulizia maniacale o, all’opposto, quasi nulla. Se retrograda ci sarà scarso rispetto per le naturali regole igieniche e indisciplina alimentare.
Sarà un caso, ma le uniche tre infermiere che conosco personalmente hanno Venere in sesta casa. Si occupano d’assistenza agli anziani in varie case di riposo e non perdono occasione per rendersi utili in caso di necessità. Una di loro è anche molto brava a cucinare i dolci e sarebbe intenzionata a rilevare una pasticceria con una sua amica. Considera che ha Venere in Vergine, però.
Già, la Vergine, il segno dell’alimentazione!
Non solo, ma la sesta casa è anche quella della cura della propria persona e delle proprie cose.
A proposito di cura delle cose e della persona, io ho due esempi antitetici di donne con Venere in sesta casa in Acquario quadrata a Saturno, entrambe con il Sole in sesta anch’esso quadrato a Saturno, ma uno in Pesci e l’altro in Acquario.
E’ il regno dell’assistenzialismo. Con quella quadratura di Saturno è indispensabile per loro rendersi utili, mostrarsi disponibili per farsi accettare.
Appunto! La Pesci non cura le proprie cose e la propria abitazione, ma cura la salute degli altri. E’ molto brava come dentista, ma è assolutamente un disastro in casa, in quanto non riesce a mantenere un minimo d’ordine, mentre con il partner si prodiga in mille attenzioni. L’Acquario invece insegna alle scuole medie, in qualche maniera si occupa del prossimo, ma è sempre stata una maniaca della pulizia della casa e della propria persona e molte volte provvedeva lei stessa alla pulizia della casa dei suoi partner.
Cosa non si fa per amore!

Il nostro corpo somatizza

febbraio 8, 2019 on 6:47 pm | In Affinita' d'anima, Buono a sapersi, Corpo-Spirito, Olistico, Salute, Spirito-Corpo
| No Comments

Il nostro corpo somatizza nella sua materia quello che lo spirito subisce in tutta la nostra anima, quello che il nostro inconscio tace, lo urlano le nostre malattie dolori e malesseri. La malattia è un conflitto tra la personalità e l’anima
Quando ti manca calore affettivo, basta una minima frescata di vento freddo e subito prendi un raffreddore. Il raffreddore “cola” quando il corpo non piange. Forti mali di schiena (ovvio non causati da un peso caricato male) ti dicono che stai subendo un dolore, porti con te un peso un trauma una tristezza immensa; il mal di gola “tampona” ti assale sicuramente quando hai tanti dolori da sfogare ed afflizioni da dire e non hai con chi confidarti. Quando una persona non la sopporti, non la digerisci e la devi sopportare ti viene acidità allo stomaco, le coliche spesso sono rabbie accumulate che non riesci a sfogare.

Il diabete “invade” quando la solitudine ti attanaglia. Il cancro ti divora come l’odio che corrode l’amore mancato. Il corpo ingrassa quando sei insoddisfatto o dimagrisci quando ti senti logorato. Dubbi preoccupazioni ansietà ti portano via il sonno e soffri di insonnia. Se non trovi un senso alla tua vita la pressione del cuore rallenta o accelera quindi ipotensioni e pressioni alte al cuore sono sbalzi che ti condizionano l’umore e le forze. Il nervosismo aumenta i respiri, come se ti mancasse l’aria, donde dolori al petto ed emicranie (molti fumatori prendono aria extra dal fumo fatidico ed effimero che li rilassa in maniera compensatoria ma illusoria) La pressione “sale” quando la paura imprigiona.

Quando ti senti sopraffatto di un problema che sei ai limiti, allora la febbre ti assale, le frontiere dell’immunità sono all’erta. Le ginocchia “dolgono” quando il tuo orgoglio non si piega. le artrosi vengono quando la tua mente non si apre, sei troppo rigido e i muscoli ti si contraggono. I crampi indicano che stai subendo una situazione ai limiti della sopportazione. La stitichezza ti indica che hai residui nel tuo inconscio, hai segreti che ti otturano (quanta merda ci teniamo dentro che non è utile) e non trovi chi ti comprenda senza giudicarti. la diarrea è un atto di difesa dell’organismo che vuole eliminare ciò che percepisce come dannoso (come il vomito) vale per i virus ma anche per le situazioni, i sentimenti… forse chi ha diarrea non riesce a trattenere o assimilare.

La malattia non è cattiva, ti avvisa che stai sbagliando cammino. Ascolta il tuo corpo ed impara a guarire con il tuo spirito, non c’è altra medicina che la tua stessa natura non possa darti. E’ ovvio che non generalizziamo, non è un catalogo farmacologico ma una linea guida… chi una preoccupazione la somatizza nella testa (emicrania) chi nello stomaco (indigestione). E i bambini? pur innocenti sono spugne emotive e recepiscono ogni energia negativa di chi li sta accanto, non per caso i bambini più sani sono quelli che crescono in famiglie unite ed amorose. L’amore è vita, dunque qualsiasi mancanza d’amore produce in noi morte: psichica, mentale, emotiva e alla fine anche fisica.

Tutto è frutto di risoluzioni!

aprile 3, 2018 on 7:53 am | In Affinita' d'anima, Corpo-Spirito, Cose carine, Emozioni, Evoluzione, Olistico, Salute, Spirito-Corpo, Voglia di cambiare
| No Comments

“Tutto è frutto di risoluzioni!

Se vuoi essere felice devi decidere di esserlo: tutto è frutto di risoluzioni!

Quando ti svegli non puoi semplicemente aspettare di vedere che giornata avrai. Devi decidere che giornata avrai!

Il passato non deve essere la tua bussola per orientarti nel futuro. Devi darti ogni giorno il permesso di iniziare un nuovo corso.

Ci sono molti modi di decidere e di volere. Quando prendi la tua decisione devi farlo ad un livello profondo, dove si formano le correnti delle tue energie. Decidere è dare la direzione alle forze. Puoi fare ciò se non hai paure. Le incertezze, le ansie, i modelli di pensiero e comportamentali ereditati dal tuo clan familiare sono porte chiuse che ti impediscono di scendere nelle profondità di te stesso e di prendere  decisioni efficaci.

Si può imparare a sciogliere paure e retaggi ancestrali, si può imparare a prendere decisioni libere e forti, si può imparare l’arte della realizzazione di sé.

Fiori di Bach e Astrologia

ottobre 24, 2017 on 4:38 pm | In Affinita' d'anima, Amici, Astri, Astrologia, Corpo-Spirito, Salute, Spirito-Corpo
| No Comments

di Laura Primavera Palaia

Fiori di Bach e Astrologia si assomigliano molto più di quanto si possa credere; entrambi indagano la personalità al fine della conoscenza di se stessi e dell’autorealizzazione.
Dentro e fuori la nostra psiche e la nostra realtà, gli archetipi rispondono a manifestazioni naturali e si ritrovano in modelli cognitivi ed emotivi che regolano le nostre personalità.
L’astrologia permette di divenire consapevoli delle forze e le dinamiche interiori e di agire con consapevolezza le proprie scelte. I Fiori di Bach, mentre agiscono, fanno affiorare la manifestazione più profonda ed armonica della persona. Appare evidente come l’interazione e la sinergia di questi strumenti meravigliosi, possano risultare fortemente efficaci.
i 38 fiori rappresentano altrettante peculiarità archetipiche che si traducono in emozioni. Archetipi che riguardano il nostro Essere in molteplici e concomitanti sfumature e caratteristiche che sperimentiamo tutti i giorni della nostra vita e che dovremmo imparare a armonizzare e manifestare.

Astrologicamente parlando, e sempre in termini di risonanza o se preferite “Essenza”, il metodo di Bach porta con sé ovviamente molto della personalità del suo ideatore, in un’altra sezione non tarderò a mostrare il progetto che era palesemente iscritto nel suo tema natale e che questo straordinario uomo ha saputo compiere e regalare all’umanità.

https://www.facebook.com/sentierodiprimavera/

https://www.facebook.com/LauraPrimaveraPalaia/

http://www.sentierodiprimavera.com/

Salute di Ottobre

ottobre 10, 2016 on 7:47 am | In Affinita' d'anima, Buono a sapersi, Corpo-Spirito, Evoluzione, Salute, Vita ecologica
| No Comments

Salute di Ottobre

ottobre

Sostenere l’energia vitale

Nel calendario agricolo, ottobre è un mese molto importante: il momento della semina è appena passato e nelle profondità del terreno rivoli di acqua piovana ricca di sali minerali riforniscono l’humus di sostanze nutritive preziose che alimentano e proteggono il seme.

Anche il nostro organismo in questo periodo necessita di un’intensa opera di drenaggio: come la terra si è preparata ad accogliere i semi liberandosi di tutto ciò che è vecchio, così ora il nostro corpo ha bisogno di disintossicarsi e depurarsi in profondità per fare spazio al nuovo.

Bonificare l’organismo

Mai come ad ottobre è opportuno evitare grassi, zuccheri e alimenti eccessivamente acquosi, dando invece la preferenza a cachi, uva, carciofi, cardi, gobbi e a tutti i vegetali appartenenti alla famiglia delle crocifere, soprattutto la verza, che rigenera, rimineralizza e disinfetta i tessuti.
La frutta del mese
Il fico

Verde benessere

La verza è proprio un concentrato di vitamine, bromo, cobalto, iodio, ferro, rame, fosforo e zolfo; questa pianta ha la proprietà di rimineralizzare, drenare e rigenerare tutti i tessuti. Ottima anche cruda tagliata a julienne per insalata miste con frutta fresca, secca e semi oleosi.

Continua a leggere Salute di Ottobre…

Progetti per il nuovo Anno

gennaio 4, 2016 on 7:46 am | In Affinita' d'anima, Astrologia, Buono a sapersi, Corpo-Spirito, Cura della casa, Emozioni, Evoluzione, Salute, Schifezze, Spirito-Corpo, Vita ecologica
| No Comments

Credo che progettare ad inizio dell’anno delle cose che mi farebbe piacere realizzare sia di buon auspicio.
Ci sono pero’ poche cose che VOGLIO siano un mio impegno costante e quotidiano….Provateci anche voi e ne riparleremo a fine di questo anno. Vi dico cosa ho pensato per me, cosi mi impegno pubblicamente.

detersivi

1) Voglio eliminare qualsiasi tipo di detersivo dalla mia casa
2) Voglio eliminare il piu’ possibile oggetti, vestiti e cose che conservo da secoli.

Ho voglia di aria nuova….sotto tutti i punti di vista intorno a me…..a voi le vostre scelte!

Urano sta per entrare nella mia sesta casa e la voglia di rivoluzionare il mio quotidiano è grande, mi serviro’ del segno della Vergine associato alla sesta per attuare i miei propositi passando dal segno dell’Ariete dove ho la mia !!!

Il tuo telefonino ti frigge il cervello

giugno 9, 2015 on 6:11 am | In Affinita' d'anima, Buono a sapersi, Evoluzione, Informazioni, Salute, Schifezze, Voglia di cambiare
| No Comments

cervello fritto

 

Ricevo dal Dott. Angelo Bona medico psicoterapeuta

Certamente sai che l’esporti per lungo tempo della giornata alle radiazioni del tuo cellulare fa molto male. I telefonini portatili emettono onde simili a quella di un forno a microonde   con potenza più bassa, ma con la stessa frequenza. Le microonde riscaldano l’acqua contenuta nelle nostre cellule (riscaldamento dielettrico) e in misura minore influiscono sui lipidi e sugli zuccheri.
 
Parlando invece di proteine, una volta riscaldate dalle microonde esse  vibrano violentemente e i legami più deboli della catena di aminoacidi che le forma si spezzano. Le stringhe di aminoacidi si srotolano.
 
In alcuni condizioni il processo di denaturazione è temporaneo,  in altri casi è irreversibile : nell’uovo fritto, l’albume diventa bianco e si rapprende permanentemente.
 
Come se tu fossi esposto ad un forno a microonde, il tuo caro mobile phone  ti frigge il cervello.
 
La Agency for Research on Cancer (IARC) raccomanda estrema attenzione all’uso dei telefonini, ma attualmente non mi pare che ci sia una sensibilizzazione delle autorità: per caso ci sono troppi interessi in gioco?.
 
Vediamo con obiettività cosa mi svela la ricerca scientifica più aggiornata sulla nocività dei telefonini: per così dire valuto  “lo stato dell’arte”.
 
Seguimi nel percorso di verifica che ho compiuto questa mattina per te e per me.
 
Intanto spunta subito questo primo articolo che afferma la correlazione tra uso dei cellulari e i danni alla barriera ematoencefalica di topi esposti alle radiazioni elettromagnetiche dei cellulari.
 
Cosa è la barriera ematoencefalica? Beh, puoi considerarla un filtro, una membrana che non permette il passaggio di elementi considerati biologicamente nocivi (ad esempio molecole o composti chimici) e che sono presenti nel sangue. Si tratta di “setaccio” fondamentale per la tutela fisiologica del nostro encefalo. Cosa producono i cellulari sulla barriera emato encefalica?
 
Gli scienziati lo hanno studiato nei topi, ma non credere che siamo poi così diversi.
 
L’articolo afferma chiaramente che i cellulari emettono un campo di radiazione elettromagnetica che provoca danni alla barriera ematoencefalica, all’ippocampo ed alla corteccia con deficit conseguenti della memoria spaziale che consente al topo di crearsi una mappa  del territorio, dello spazio circostante.  Link 1 PMID: 25598203
 
In parole povere, ma chiare, i topi ne escono con il cervello fuso
 
Poi mi appare la cruda e drammatica  realtà: i telefonini incrementano il rischio di contrarre forme tumorali cerebrali quali il glioma, il meningioma, il neurinomaLink 2 PMID: 25738972
 
Non solo sono dannosi i cellulari, ma parimenti le reti WIFI, i cordeless phone,: una scoperta scontata, ma molto dura da sopportare una volta verificata.  Link 3 PMID:25466607
 
Voglio farti notare che nel link 2 Link 2 PMID: 25738972 viene considerato che  La Agency for Research on Cancer (IARC) debba valutare la pericolosità dei cellulari a livello 2A

 
Cosa vuole dire? 2A     Vuole dire probabile cancerogenicità per l’uomo.
 
Probabile? Vediamo ancora:  Pare proprio che i telefonini favoriscano l’insorgere del glioma cerebrale. Link 3 PMID: 25466607
 
Che dire allora della antenne di trasmissione dei cellulari, le cosiddette mobile phone base station? Dipendentemente dalla distanza dei residenti e dalla potenza dei trasmettitori possono verificarsi danni genetici, tumori, neurinomi del nervo acusticoLink 4
 
Potrei continuare a documentarti con ulteriori link e ulteriori references, ma mi pare che basti. Traiamo le debite conclusioni.
 
Se il fumo viene venduto come monopolio di stato non dobbiamo sorprenderci che i telefonini con il business che sottendono, vengano  tacciati pubblicamente di nocività. Dovrebbe comparire sul nostro cellulare la scritta identica che capeggia sui pacchetti di sigarette: nuoce alla salute!
 
Ancora un danno compiono silenziosamente queste “saponette radioattive” che tanto sono utili per la nostra comunicazione quotidiana.
 
Avete per caso notato che i cellulari alienano le persone e soprattutto i bambini e i giovanissimi? La iperconnettività da portatili sta creando una ipnosi di massa che aliena miliardi di persone divenute schizoidi, autistiche, depresse, dipendenti dai cellulari. Intere giovani generazioni stanno affogando dentro gli screens , schermi piccoli o grandi dove vivono la loro realtà virtuale.  Link5 PMID: 25595966
 
Si sta perdendo il senso della comunicazione, del percorso dell’anima. Anima, parola desueta che non interessa nessuna “app”. Link 6 PMID: 25771594
 
Numerosi studi scientifici mettono in correlazione l’uso eccessivo del telefonino con la depressione con l’alienazione dei giovani adolescenti. Link 7  PMID: 25586816
 
Come prima dritta ti consiglio: se hai un figlio portalo a giocare in un parco dove possa respirare ed interagire con gli altri senza usare continuamente  il cellulare. Il gioco interattivo cura la mente e   solleva lo spirito.
 
Poi ti chiedo di spegnere almeno alla notte i tuoi tanti cellulari, WIFI, reti wireless ecc. Vedrai che dopo una sana meditazione dormirai meglio non sottoposto all’elettrosmog che ti frigge i sogni e i neuroni. Link 8 PMID: 25771595
 

Partecipa al blog: Il tuo telefonino ti frigge il cervello: ti spiego perché. Dal blog AIIRe: non solo ipnosi medica.
 
Ora ti saluto ricordandoti che prima o poi questi miei articoli produrranno una conseguenza. Spero ardentemente positiva. Altrimenti mi portai sempre scrivere a  :
 
areacinquantunonevada@angelobona.stop.
 
La mia spada è un condividi!
 
Pagina Facebook. Se hai apprezzato questo post lascia un mi piace  e visita la  mia pagina Facebook.
 
Ebookeria: Se vuoi regala o regalati un libro della mia ebookeria. Ebookeria.
 
Per appuntamenti con il dott. Angelo Bona  tel 3279011694
 
Buona vita Angelo Bona

 

Pagina successiva »


Entries and comments feedsfeed Valid XHTML and CSS. ^Top^
40 queries. 0,841 seconds.
Made with ♥ by Alessio
Alessio Filipponio on Linkedin

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Chiudi