Il Necrologio al Critico D’Arte

maggio 4, 2015 on 8:26 am | In Affinita' d'anima, Amici
| No Comments

di Umberto Verdirosi

umberto verdirosi

Un giorno lontano la stupidità si innamorò dell’ignoranza, si sposarono ed

ebbero un figlio, lo chiamarono Criticò. Il bimbo si fece adulto e criticò di continuo

tutto e tutti, ma sopratutto: gli artisti. Riuscì a far mettere le braghe ai

nudi di Michelangelo e si meritò un soprannome d’arte, lo chiamarono: critico

d’arte. Per gli amici: Criticò. Poi gli Dei o il Padreterno gli dettero l’immortalità,

si cibò di invidia in tutti i secoli, fu tracotante, insultante, pernicioso,

maligno. Visse e vive per criticare, per impedire, per stabilire, per sentenziare.

Carico dei cromosomi ereditati dalla madre Stupidità, non riconobbe Goya,

non riconobbe Rembrandt, non riconobbe Modigliani, non riconobbe Lautrec,

non riconobbe Van Gogh, non riconobbe nessuno; ma riconobbe sempre e in

ogni secolo solo se stesso. E c’è di più, perché ora pretende di conoscerli tutti

e ce li vuole spiegare con libri e parole!… Insomma, questo immortale riottoso

ha conquistato la terza pagina di tutti i giornali (dove si dice che si fa cultura

… ) e, sull’arte, ci scrive solo lui i suoi necrologi, perché (non ci si crede),

scriverà per l’artista solo se questo è in punto di morte… solo così arriva al suo

orgasmo letterario… a conferma, date un’occhiata ai giornali: si parla solo e

sempre di artisti defunti… il suo merito è: “Creare il mito del Morto”.

Questo antico stronzo, per dirlo con il gergo delle persone dotte (vedi Moravia

e il teatro di Dacia Maraini), imperversa, ammorba, promuove monumenti:

uno lo vedete alla stazione di Spoleto, altri nelle piazze di Milano, di

Catanzaro, di Nuoro, eccetera, ma, dei monumenti “insulto”, Roma è capitale.

Sindaci e Giunte sono cadute nell’inganno “Criticò” e ora non lo ferma nessuno,

perché monopolizza tutti i quotidiani (televisione compresa). Egli ci presenta

il suo pupillo Burri (finalmente deceduto) che riesce a far fermare il telegiornale

per essere ripreso nel suo “ gesto “ creativo: sta bucando una tela con

la fiamma ossidrica…! Ma sempre (parlando di televisione) lo vediamo raggiungere

il massimo Orgasmo letterario quando riesce a far trasmettere (via

cavo) lo Sterco d’Autore, presentato a New York, unitamente al design italiano,

dal Sommo Criticò nel 1995. E intanto i vari direttori di giornali sono molto

attenti (e di continuo), al mondo del calcio, della politica, ecc., ma degli artisti

viventi non si deve parlare, così ha sentenziato Criticò. Ci faranno sapere

che la Pivetti soffre il mal D’amore, che Scalfaro ama la Madonna, che Ronaldo

soffre di “ Miseria “e che il settimo comandamento è sempre in villeggiatura

in compagnia dei politici…! Questa la favola vera del nostro stupido tempo! E

intanto si continua a produrre armi perché si deve distruggere per poi ricostruire.

Ci saranno, in seguito, sottoscrizioni per le vedove e gli orfani bambini…

ma ora basta, dimenticavo Criticò! Se incontrate questo artista fallito, vi

prego segnalatemelo, anche se è immortale io lo ucciderò…! PASSATE PAROLA!!

Ricordi, lettere, Montanelli…..

maggio 2, 2015 on 7:22 am | In Affinita' d'anima, Amici, Astrologia, Cose carine, Donne, Emozioni, Libri, Personaggi
| No Comments

lettere

di Vezia Rode

Ritrovo in mezzo a un libro le lettere (mia al Giornale e la risposta del Direttore) che guarda caso è datata 14 aprile 1989… Poichè gli allegati non si possono inviare alla List, trascrivo entrambe:

Lettera aperta a Piero Angela :
dopo aver visto la trasmissione di Piero Angela dedicata all’astrologia, alla fine di dicembre 1988, non ho più seguito le altre sue trasmissioni su argomenti “paranormali” ritenendo che non fosse sufficientemente obiettivo nei suoi giudizi. Pare che su Rai 3, complice involontario (spero) il buon Barbato, si sia scagliato ancora più violentemente “contro” l’astrologia e coloro che se ne occupano.
Nella presa di posizione così accesa (mi par di ricordare i roghi sotto le streghe di antica memoria) credo si nasconda una profonda ignoranza e una viscerale paura…Se il popolare divulgatore scientifico si preoccupasse di affrontare seriamente l’argomento, non trattandolo alla stregua di un giochetto di prestigio e di società che serve solo a illudere i gonzi, penso che finirebbe per ricredersi e magari anche per recitare il mea culpa.
Ci sono molte più persone di quanto si creda che studiano e fanno ricerche usanto metodi scientifici per verificare la validità dell’astrologia e ricevono quotidiane conferme, consultando tebelle che riportano la posizione in gradi e primi di Sole, Luna e pianeti giorno dopo giorno, confrontandole con le posizioni di “partenza” per singoli individui, per epoche storiche, cicli, professioni, malattie eccetera.
Anche molti scienziati con la mentalità aperta riconoscono che le coincidenze sono troppe e molto poco “casuali”…ma la Rai invita solo Margherita Hack, la più acerrima nemica dell’argomento. Mi dispiace per gli astronomi ciechi e sordi, ma è con estrema soddisfazione e malcelato orgoglio che ricordo a tutti coloro che non hanno avuto orecchie per intendere a tempo debito che è stata un’astrologa italiana – Lisa Morpurgo – a segnalare nel 1972 in un libro intitolato “Introduzione all’Astrologia e decifrazione dello Zodiaco” che dovevano esserci ancora due pianeti oltre Plutone, chiamati per il momento X e Y. dei quali giungeva a ipotizzare la massa, la consistenza e il passo, augurandosi che gli astronomi si decidessero a scoprirli il più presto possibile…
Forse, questo particolare, Piero Angela lo ignorava.
Basterebbe avere i primi rudimenti di astrologia per non stupirsi affatto che il simpatico Alberto Tomba quest’anno non ripetesse l’exploit dell’anno scorso… (non era possibile, era perfettamente inutile chiedergli o pretendere una cosa simile) ma – evidentemente – non si poteva nemmeno informare di questo i giornali . quei pochi o tanti che lo sanno, si sono limitati a dirlo a pochi intimi. ( se a qualcuno interessa, posso anche spiegare il perchè e il come mai, ma dovrei anche fare un piccolo corso elementare di astrologia, per farmi capire dai profani…)
Sempre per coloro che si occupano di astrologia, era vivamente atteso il transito di Nettuno in Sagittario, per notare come la Musica fosse nuovamente in auge con una notevole massa di bambini prodigio…ecco che il pianeta della Musica, nel passare in uno dei suoi segni favoriti, il Sagittario (dal 1970 al 1984) ha lasciato il segno, così come fece nel giro precedente (1806-1820) durante il quale sono nati Chopin, Mendelssohn, Schumann, Liszt, Wagner, Verdi, Gounod…
Piero Angela ha un bellissimo Nettuno nel suo cielo di nascita (trigono a Sole-Mercurio e a Giove) che gli ha consentito il successo professionale e gli ha donato anche il talento musicale che possiede. Quando suona, lo ringrazi ! (E mi raccomando, suoni molto, studi astrologia e parli di meno a vanvera)-
Grazie. Vezia Rode

Questa lettera è stata inviata a molte testate di giornali, l’unico che mi rispose è stato Indro Montanelli :

il Giornale
Il Direttore Milano, 14 aprile 1989
Cara Amica,
non ho pubblicato la sua lettera perchè sapevo
che cosa sarebbe accaduto: una tempesta di consensi ma anche
di proteste si sarebbe abbattuta sul “Giornale”:

Quanto a me mi dichiaro neutrale, o quasi. Sto
con chi ha detto: “Astra inclinant, non necessitant”: E ciò per una
ragione sola. Ci tengo al mio libero arbitrio.

Cordiali saluti.

firma
(Indro Montanelli)

Gentile Signora
Vezia Rode

Ho apprezzato, ovviamente, la sincerità del grande giornalista… ricordo, per chi non lo sapesse, che Lisa Morpurgo diceva a chi entrava a casa sua: ” Se Lei crede nel libero arbitrio, quella è la porta…”

Respirare

aprile 28, 2015 on 5:24 am | In Affinita' d'anima, Amici, Corpo-Spirito, Corsi, Olistico, Salute, Spirito-Corpo, Voglia di cambiare
| No Comments

Ciao Emanuela,
la terra da milioni di anni ha sempre saputo cosa e come fare.

Ma da qualche decennio o centinaio di anni l’uomo pensa di saperne
molto di più della nostra beneamata terra e quindi giù con pesticidi,
fertilizzanti, arature e quant’altro per far produrre quello di cui c’è
bisogno, impoverendo ogni giorno di più il suolo e gli alimenti che
mangiamo.

L’Orto Sinergico permette di tornare ad usare la saggezza della terra
per produrre molto di più di quello che riesce a fare l’uomo, ed anche
in modo migliore, più naturale e “soprattutto” con molto meno sforzo
e più divertimento.

Permette di scoprire ed imparare a copiare i processi naturali senza
interferire con essi, perché la Natura sa come fare.

orto-sinergico-irrigazione

Poichè più di qualche persona mi ha chiesto, riguardo a questo
Evento Unico: “Orto Sinergico”,
se ci fosse anche la possibilità di pagare solamente il corso
senza le altre opzioni, per chi abita nelle vicinanze e
vuole tornare a casa a dormire e mangiare a parte per il pranzo,
abbiamo deciso di mettere anche questa opzione nelle possibilità
dei pagamenti leggi qui per tutte le informazioni e guardare il video:
http://www.scuoladirespiro.com/OrtoSinergico.html

Poichè più di qualche persona mi ha chiesto, riguardo a questo
Evento Unico: “Orto Sinergico”,
se ci fosse anche la possibilità di pagare solamente il corso
senza le altre opzioni, per chi abita nelle vicinanze e
vuole tornare a casa a dormire e mangiare a parte per il pranzo,
abbiamo deciso di mettere anche questa opzione nelle possibilità
dei pagamenti leggi qui per tutte le informazioni e guardare il video:
http://www.scuoladirespiro.com/OrtoSinergico.html

AAAAAAAAAAAAAUUUUUUUUUUUUUUMMMMMMMMMMMMM

P.S.: Se ti da fastidio sentirti chiamare Creatura Meravigliosa,
leggi qui e lascia un tuo commento o una tua condivisione:
http://www.scuoladirespiro.org/un-sacco-di-persone-si-incaz-perche

scuola di respiro

Un abbraccio grande
Paolo Cericola

Paolo Cericola2

L’esperto Italiano di Respiro Consapevole, fuori e dentro l’acqua.

Per qualsiasi altra informazione
Scuola di Respiro
06-4462523
338-8188121
Fax 06-99268364
skype sdrscuoladirespiro
e-mail info@scuoladirespiro.com
SITO www.scuoladirespiro.com
NUOVO SITO E BLOG www.scuoladirespiro.org
AcquaAmica www.acquaamica.it
Facebook www.facebook.com/scuoladirespiro
YouTube www.youtube.com/user/ScuoladiRespiro

Dove vanno i nostri amici animali quando muoiono

aprile 25, 2015 on 6:35 am | In Affinita' d'anima, Amore, Buono a sapersi, Cose carine, Emozioni, Pensieri
| No Comments

gattocon occhi chiusi

Se per gli esseri umani buoni c’è il Paradiso, dove vanno i nostri amici animali quando muoiono? C’è un’antica leggenda, tramandata dalle tribù degli Indiani d’America, che parla del Ponte dell’Arcobaleno. Questa dolcissima leggenda è dedicata a tutte le persone che soffrono per la perdita di un animale e a tutti gli animali che hanno amato un essere umano durante la vita.

Questa del Ponte Dell’Arcobaleno e’ un antica leggenda che si tramanda dalle tribu’ degli Indiani d’America ed e’ dedicata a tutte le persone che soffrono per la morte di un loro caro amico e a tutti gli animali che sulla terra hanno amato gli uomini. E’ una favola bellissima e piena di tenerezza che ci fa sperare non solo che ci sia una vita aldila’ di quella che stiamo vivendo ora, ma soprattutto che ci sia una vita piu’ serena e felice da condividere ancora con i nostri amici. La speranza quindi di riabbracciarli un giorno per percorrere con loro il cammino verso l’eterna felicita’.Proprio alle soglie del Paradiso esiste un luogo chiamato il Ponte dell’Arcobaleno. Quando muore un animale che ci è stato particolarmente vicino sulla terra, quella creatura va al Ponte dell’Arcobaleno.Ci sono prati e colline perché tutti i nostri amici speciali possano correre e giocare insieme. C’è abbondanza di cibo, acqua e tanto sole, e i nostri amici non hanno freddo e stanno bene assieme. Tutti gli animali che erano stati ammalati e vecchi sono restituiti alla salute e al vigore; quelli che erano stati feriti e mutilati sono nuovamente resi sani e forti, proprio come li ricordiamo nei nostri sogni di un tempo.Gli animali sono felici, eccetto che per una piccola cosa: ognuno di loro sente la mancanza di una persona speciale, che ha dovuto essere lasciata indietro. Tutti corrono e giocano assieme, ma viene il giorno in cui uno di loro improvvisamente si ferma e guarda lontano. I suoi occhi brillanti fissano intenti; il suo corpo è preso da un tremito. D’improvviso egli inizia a correre staccandosi dal gruppo, quasi volando sopra l’erba verde, le sue zampe lo portano a correre sempre più veloce. Tu sei stato scorto e quando tu e il tuo amico speciale alla fine vi ricongiungete, vi stringete l’un l’altro in un abbraccio di gioia, per non lasciarvi più. Baci di felicità piovono sul tuo viso; le tue mani accarezzano di nuovo il capo del tuo amico tanto amato e ancora una volta guardi nei suoi occhi fiduciosi, che tanto tempo fa erano spariti dalla tua vita, ma mai dal tuo cuore. Poi, insieme, attraversate il Ponte dell’Arcobaleno…(Autore ignoto)
***

Proprio alle soglie del Paradiso esiste un luogo chiamato il Ponte dell’Arcobaleno.
Quando muore un animale che ci è stato particolarmente vicino sulla terra,
quella creatura va al Ponte dell’Arcobaleno.

E’ un posto bellissimo dove l’erba è sempre fresca e profumata,
i ruscelli scorrono tra colline ed alberi
ed i nostri amici a quattro zampe possono correre e giocare insieme.
Trovano sempre il loro cibo preferito,
l’acqua fresca per dissetarsi ed il sole splendente per riscaldarsi,
e così i nostri cari amici sono felici:
se in vita erano malati o vecchi qui ritrovano salute e gioventù,
se erano menomati o infermi qui ritornano ad essere sani e forti
così come li ricordiamo nei nostri sogni di tempi e giorni ormai passati…

Qui i nostri amici che abbiamo tanto amato stanno bene, eccetto che per una piccola cosa,
ognuno di loro sente la mancanza di qualcuno molto speciale che ha dovuto lasciarsi indietro…

Così accade di vedere che durante il gioco qualcuno di loro si fermi improvvisamente e scruti oltre la collina,
tutti i suoi sensi sono in allerta, i suoi occhi si illuminano
e le sue zampe iniziano a correre velocemente verso l’orizzonte, sempre più veloce…

Ti ha riconosciuto e quando finalmente sarete insieme,
lo stringerai tra le braccia con grande gioia, una pioggia di baci felici bagnerà il tuo viso,
le tue mani accarezzeranno di nuovo l’amata testolina
e i tuoi occhi incontreranno di nuovo i suoi sinceri che tanto ti hanno cercato,
per tanto tempo assenti dalla tua vita, ma mai dal tuo cuore..

E allora insieme attraverserete il Ponte Arcobaleno per non lasciarvi mai più.

Ho conosciuto

aprile 23, 2015 on 7:35 pm | In Affinita' d'anima, Corpo-Spirito, Poesia, Spirito-Corpo
| No Comments

di Hazrat Inayat Khan

acqua

Ho conosciuto bene e male,

peccato e virtù, giustizia ed ingiustizia;

ho giudicato e sono stato giudicato;

sono passato attraverso la nascita e la morte,

attraverso la gioia e il dolore, il cielo e l’inferno

e alla fine ho capito

che io sono nel tutto

e il tutto è in me.

Luciana

aprile 19, 2015 on 7:16 am | In Dicono di me
| No Comments

Ma proprio per caso ho ritrovato questa lettera infilata nei cassetti della mia scrivania.

9 ottobre 2008

Cara Manu’

innanzitutto scusa per la carta da lettere un po’ infantile, risale a quando avevo 12 anni!!

Con l’era dei telefonini, computer e relative e-mail si è persa l’abitudine di scrivere “a penna” e in casa ho trovato questo….

Volevo ringraziarti per il tempo dedicatomi e come accennato telefonicamente invio un piccolo pensiero.

Si tratta di un “pulcino-elefante” con un mio aforisma e una foto che feci per i miei 40 anni (mi sono tolta lo sfizio di farmi delle foto al corpo….).

Il Mio caro amico A. C. (è un Leone) che ha fondato questa piccola Casa Editrice piu’ di 20 anni fa e collabora spesso con ALDA MERINI, ha pubblicato questo librino insieme ad altri per una mostra sull’erotismo in una libreria di L. nel marzo 2007 (edizioni……….)

Spero che ti sia gradito.

Ti auguro cara Manu’, di realizzare i tuoi sogni……perché “I SOGNI IMPORTANTI NON HANNO SCADENZE”

Con stima e un abbraccio.

 

Serata di Channeling La soglia del Tempio con Manuela Ambrosini

aprile 17, 2015 on 8:12 am | In Amici, Amore, Conferenze, Corpo-Spirito, Emozioni, Evoluzione, Olistico, Spirito-Corpo, Voglia di cambiare
| No Comments
Connessione con il cielo e con la terra
dalle ore 19.30 alle ore 22.30
Serata di introduzione alla tecnica evolutiva del Channeling

Insieme a Manuela ci avviciniamo alla scoperta della nuova energia del 2015 che apre porte dimensionali accessibili a molti di noi.

Attraverso il contatto con le Dimensioni Superiori della coscienza, il channeling ci permette di scoprire e conoscere parti profonde e spesso nascoste del nostro essere. L’incontro con le energie Spirituali che guidano la sessione ha come obiettivo di aprirci alla visione e alla percezione degli Esseri di Luce che sono attorno a noi e che siamo dentro di noi.
Seguire un percorso di Channeling per incrementare la propria capacità di essere in contatto con l’Invisibile e acquisire padronanza dei messaggi delle Guide Celesti ha il potere di risvegliare i tuoi doni antichi, sciogliere antichi nodi, sbloccare dinamiche emotive e relazionali ricorrenti, mostrandoti nuove strade e opportunità per il massimo sviluppo del tuo più autentico potenziale!

Durante la serata Manuela ci introdurrà al suo lavoro, rispondendo alle nostre curiosità e alle nostre domande, e ci offrirà la possibilità di sperimentare un primo breve contatto con le Guide Celesti.

Manuela Ambrosini è Counselor olistico, channeler, astrologa, Kryaban e operatrice breathwork.

Per una migliore organizzazione é gradita conferma della partecipazione; contributo libero.

Per informazioni e conferme:
Luisa – 3246035961
ovunqueyoga@gmail.com

« Pagina precedentePagina successiva »


Entries and comments feedsfeed Valid XHTML and CSS. ^Top^
42 queries. 0,391 seconds.
Made with ♥ by Alessio
Alessio Filipponio on Linkedin

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Chiudi