Ognuno ottiene esattamente ciò che si merita

Maggio 12, 2022 on 9:32 pm | In Affinita' d'anima, Amore, Corpo-Spirito, Donne, Emozioni, Evoluzione, Olistico, Osho, Pensieri
| No Comments

Osho

di Osho

Ognuno ottiene esattamente ciò che si merita.
L’esistenza è incredibilmente giusta ed equilibrata.
Quindi se non riesci a trovare una compagna, cercarla forsennatamente non servirà. Piuttosto cerca dentro di te.
C’è qualcosa che manca in te.
Ti mancano le qualità d’amore, per amare.
Magari non sei tenero, non sei sensibile, non sei consapevole.
E non sai come dare senza ottenere qualcosa in cambio.
Il tuo amore è una richiesta, una pretesa, pone delle condizioni.
È una specie di sfruttamento. Vuoi usare l’altra persona…
Ogni essere ha una finalità in se stesso.
Non usare mai una donna, non usare mai un uomo, non usare mai nessuno.
Nessuno è uno strumento per soddisfare i tuoi desideri.
Porta rispetto.
L’amore è una condivisione, non usare l’altro, non è cercare di ottenere qualcosa dall’altro.
Al contrario, è dare con tutto il cuore, senza alcuna ragione, solo per la gioia di dare.
E un giorno inaspettatamente troverai qualcuno con cui la tua energia sarà in armonia, in accordo.
Ed è una bellissima esperienza trovare almeno una persona con cui si è in accordo.
Hai bisogno di entrare in sintonia con l’anima, con l’essere interiore, con l’interiorità dell’uomo o della donna.
Almeno con una persona è possibile e ne segue una grande gioia.
E poi quando impari l’arte può accadere con più persone. Ecco in cosa consiste l’amicizia.

Toro – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali

Maggio 5, 2022 on 10:00 am | In Amici, Astri, Astrologia, Astropsicologia, Donne, Emozioni, Evoluzione, Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali di Gabriella Leopizzi, Oroscopo, Pratica Astrologica, Segni zodiacali
| No Comments

di Gabriella Leopizzi 

Secondo nella Ruota Zodiacale, il Toro è Segno di Terra, Fisso, e va dal 20 aprile al 20 maggio, con i soliti due giorni di fluttuazione, all’inizio ed alla fine. I Segni Fissi e di Terra tendono ad impostare radici profonde sia con l’ambiente, sia con le persone. C’è quindi fedeltà e tendenza a mantenere lo status quo; cambiamenti e rinnovamenti sono guardati con diffidenza, se non con vera e propria ostilità. Il passato, le tradizioni, il rispetto per usi e costumi delle proprie genti sono vissuti come preziose eredità da difendere a tutti i costi. Esigenza di andare al fondo delle cose, fermezza, costanza e pazienza, per portare sempre a termine quanto iniziato, qualsiasi sia il prezzo da pagare per tener fede ai propri impegni. Oltre al Toro, sono Segni di Terra la Vergine (Terra inaridita dopo il raccolto), e Capricorno (Terra gelata dell’inverno, sotto la quale, però, si prepara a germogliare il seme nuovo).

La Terra del Toro, invece, è quella grassa e ricca di humus della primavera; Terra rigenerata dal dissolvimento organico dell’autunno e dal lungo sonno invernale. Nutriti da questa Terra, i germogli spuntati sotto il Segno Ariete diventano turgide foglie, fiori splendenti e succulenti frutti; le femmine, ingravidate dal maschio Ariete, partoriscono. Manifestazioni, tutte, che sottolineano come il nome Toro non simboleggia, sotto questo Segno, l’animale maschio, bensì la Vacca Sacra, feconda e fecondata. Toro è, insomma, il Principio Femminile, così come Ariete è il Principio Maschile. Il simbolismo di questo Segno è tra i più antichi, e si rifà al culto della Dea-Madre; Madre -Terra, che tutti nutre da vivi e tutti accoglie da morti. Culto presente in ogni Religione e che, nel Cattolicesimo, si è trasfigurato nella venerazione di Maria, Vergine e Madre.

Continua a leggere Toro – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali…

Pasqua 2022

Aprile 12, 2022 on 6:21 pm | In Affinita' d'anima, Amici, Amore, Cose carine, Emozioni, Evoluzione, Pensieri, Voglia di cambiare
| No Comments

 

Che Pasqua sia un messaggio di rinnovamento, di luce e rinascita con la possibilita’ di migliorare per ognuno di noi.

Che accompagni sentimenti di pace, d’amicizia, d’amore e di speranza di giorni migliori.

Ariete – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali

Aprile 2, 2022 on 10:00 am | In Amici, Astri, Astrologia, Astropsicologia, Donne, Emozioni, Evoluzione, Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali di Gabriella Leopizzi, Oroscopo, Pratica Astrologica, Segni zodiacali
| 2 Comments

di Gabriella Leopizzi

Ariete apre la ruota dello Zodiaco; Cardinale, di Fuoco, esso va dal al 20 marzo al 20 aprile, con uno o due giorni di fluttuazione, all’inizio ed alla fine, a seconda degli anni. I Segni Cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno), sono quelli di inizio stagione ed ospitano i due Solstizi ed i due Equinozi dell’anno:in Astrologia essi simboleggiano il Fare, l’INIZIARE in modo attivo (Ariete-Capricorno), o attraverso il fantasticare (Cancro), oppure l’ideare (Bilancia). L’Elemento Fuoco indica invece, sempre in Astrologia, la Forza Vitale che ha irrefrenabile bisogno di esternarsi in azione istintiva, generosa, passionale ed appassionata. Il Fuoco Ariete è Fuoco di Paglia che sia accende e brucia in un attimo lasciando, il più delle volte, un mucchietto di cenere.

A questo punto è bene sottolineare come l’Astrologia Occidentale sia strettamente legata al ciclo della Natura: con l’Equinozio di Primavera, il 21 marzo, ogni anno c’è la rinascita: dopo il lungo e gelido immobilismo dell’inverno il sole torna a scaldare, neve e ghiaccio si sciolgono e la terra, rigenerata, è pronta per un nuovo ciclo riproduttivo; i semi germogliano, i rami si ricoprono di gemme, gli animali si accoppiano. I popoli antichi, che vivevano di caccia, pastorizia ed agricoltura, sollevati dal lungo incubo invernale, speranzosi di buoni raccolti, di moltiplicazione degli armenti e di ricca caccia, proprio ad inizio primavera facevano una serie di riti propiziatori, con offerta agli Dei delle primizie vegetali ed animali.

Continua a leggere Ariete – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali…

Aquario – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali

Marzo 6, 2022 on 10:46 am | In Amici, Astri, Astrologia, Astropsicologia, Donne, Emozioni, Evoluzione, Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali di Gabriella Leopizzi, Oroscopo, Pratica Astrologica, Segni zodiacali
| No Comments

di Gabriella Leopizzi

Prima di iniziare l’esame del penultimo Segno zodiacale, un chiarimento sul nome che, di solito, ingenera confusione; molto spesso infatti, si dice e si scrive aquario, e si pensa ad un Segno d’acqua mentre invece, come vedremo subito, il suo elemento è l’Aria; forse per tal motivo o forse soltanto per semplice tradizione, il nome esatto del Segno zodiacale è aquario, dalla sua radice latina (Aquarius). Stabilito questo, andiamo oltre.
Undicesimo e penultimo Segno dello Zodiaco, si diceva; di Aria, Fisso, aquario va dal 21 gennaio al 19 febbraio, con due giorni di fluttuazione all’inizio ed alla fine, a seconda degli anni. Quelli di Aria (Gemelli, Bilancia, Aquario), sono Segni di Astrazione, di Pensiero, di Idee e, per questo motivo, distaccati da passioni, emozioni, vibrazioni del sentimento; idealisti e sognatori quindi, portati ad immaginare più che a realizzare, abbastanza in difficoltà a gestire sia il lato emotivo che quello pratico della vita.

Continua a leggere Aquario – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali…

La ninna nanna della guerra

Febbraio 25, 2022 on 12:19 pm | In Affinita' d'anima, Donne, Emozioni, Pensieri, Personaggi, Poesia
| No Comments

di Trilussa

Ninna nanna, nanna ninna,

er pupetto vò la zinna:

dormi, dormi, cocco bello,

sennò chiamo Farfarello

Farfarello e Gujermone

che se mette a pecorone,

Gujermone e Ceccopeppe

che se regge co le zeppe,

co le zeppe d’un impero

mezzo giallo e mezzo nero.

Ninna nanna, pija sonno

ché se dormi nun vedrai

tante infamie e tanti guai

che succedeno ner monno

fra le spade e li fucili

de li popoli civili

Ninna nanna, tu nun senti

li sospiri e li lamenti

de la gente che se scanna

per un matto che commanna;

che se scanna e che s’ammazza

a vantaggio de la razza

o a vantaggio d’una fede

per un Dio che nun se vede,

ma che serve da riparo

ar Sovrano macellaro.

Chè quer covo d’assassini

che c’insanguina la terra

sa benone che la guerra

è un gran giro de quatrini

che prepara le risorse

pe li ladri de le Borse.

Fa la ninna, cocco bello,

finchè dura sto macello:

fa la ninna, chè domani

rivedremo li sovrani

che se scambieno la stima

boni amichi come prima.

So cuggini e fra parenti

nun se fanno comprimenti:

torneranno più cordiali

li rapporti personali.

E riuniti fra de loro

senza l’ombra d’un rimorso,

ce faranno un ber discorso

su la Pace e sul Lavoro

pe quer popolo cojone

risparmiato dar cannone!

la XII Casa

Febbraio 17, 2022 on 11:00 am | In Amici, Astri, Astrologia, Oroscopo, Pensieri, Pratica Astrologica, Segni zodiacali
| No Comments

di Massimo Laterza

La dodicesima casa è una delle case meno comprese del l’astrologia , spesso leggiamo che sono i nemici nascosti, gli ospedali, le malattie gravi , le turbe psichiche, il karma, le grandi prove della vita, le difficoltà, l’isolamento, la sofferenza e così via.
Ma sì certo ci sta tutto e anche altro, ma se volessimo assegnare un luogo fisico alla Dodicesima? Ok gli ospedali, ok il carcere ma poi?
Le case, tutte, anche se descritte come “luoghi fisici”, come terreno fisico che riflette il cielo astrale, a volte sono comunque esse stesse delle astrazioni.
È il caso anche della dodicesima che è un po’ il luogo fisico o astratto del nostro rifugio interiore, sarà che chi scrive ha la Luna in Dodici, ma la vedo anche come un angolo nascosto, quel luogo dove ti rintani e ti isoli o che cercavi subito quando da piccina/o giocavi a nascondino, dove sei fortemente in intimità con te stesso, ma soprattutto dove cercavi quel “Te Stesso non ancora Nato”.
Per questo qui mi distacco dalle interpretazioni tradizionali, comunque vere, comunque valide e cerco la mia versione poetica della Dodici.
Quando cammini sulle nuvole, quando sei immersa/o nel tuo mondo sei in dodici.
In dodicesima si è sospesi in aria nel mondo dell’invisibile.
Della dodicesima non dovremmo nemmeno parlarne perché “Qui Non C’è”
I pianeti della dodici non sono ancora nati, immersi nel liquido amniotico, hanno solo un immagine confusa di ciò che sono e che saranno.
La Dodici si pone tra il Progetto della Undici e la venuta nel mondo fisico della Prima, è il luogo dove tutto è possibile , anche l’impossibile.
Nella Dodici il Progetto della Undici può sia clamorosamente fallire, sia miracolosamente nascere, quando arriva all’Ascendente, all’inizio di qualcosa.
Anche Giove in Dodici è confuso , in verità sa già tutto, ma dimentica di sapere , perché deve credere in qualcosa di più grande di lui, dunque persino Giove, in dodici, non è più il più grande.
La Luna nella Dodici esagera. In un mondo invisibile sospeso nel nulla, la Luna trova che i suoi Sogni sono la Realtà e attingendo a quel mondo di zucchero filato ci porta via da ogni sofferenza fisica in un abbraccio di compassione totale.
Nettuno in Dodici è a casa, il pianeta che riappare e scompare come l’Alta Marea ha giustamente la sua dimora nel regno del Nulla, e lì come inconscio collettivo, come karma, come fantasma invisibile che scuote le masse di pensieri universali.
Ed è da quell’inconscio di massa che il Genio si abbevera alla fonte, spesso ciò che ci sembra nostro, in Dodici, è in realtà di Tutti.
Anche un Idea illuminante e geniale che ci illudiamo fosse nostra e basta, era già lì come Archetipo, ne attingiamo, lasciando aperto il rubinetto Nettuniano della genialità.
Nella Dodici traspare Venere, signora del Legame, signora dell’Amore e ci parla qui di un Legame Cosmico, Universale, di una completa Fusione Olistica, tra dentro e fuori, tra Alto e basso, tra Cielo e Terra.
La Dodici è la casa del prima che nasciamo , quando eravamo nel liquido amniotico (Nettuno) nel grembo della Madre (Luna) ed il progetto della nostra Vita stava per prendere Forma (Giove).
Eravamo immersi nella fusione (Venere) col Tutto Universale , prima che la Nascita (Prima Casa/Ariete) c’è ne separasse (Marte/Prima casa individuazione).
Un luogo di fusione cosmica nel quale ritorneremo , essendo la Dodici espressione del Ciclo Eterno (Luna Esaltazione) di Morte e Rinascita (karmica o quello che sia).
Ed il Karma della Dodici è il cammino invisibile, che percorre la nostra stessa anima, nel ciclo eterno del “Ritorno”, qualcosa che non si vede, un dazio che, reincarnativo o meno che sia, rende Giustizia (trasparenza di Venere) alle nostre azioni.

Pagina successiva »


Entries and comments feedsfeed Valid XHTML and CSS. ^Top^
31 queries. 0,659 seconds.
Made with ♥ by Alessio
Alessio Filipponio on Linkedin

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Chiudi