I Dispositori delle Case

Settembre 4, 2022 on 6:57 am | In Affinita' d'anima, Amici, Astri, Astrologia, Astrologia Esoterica, Astropsicologia, Pratica Astrologica
| No Comments

di Clara Negri

Cosa sono i Dispositori (o Governatori, o Signori o Maestri) delle Case? Con tale nome s’intende il pianeta, o i pianeti, maestri del segno – o di più segni – che vengono a trovarsi in una Casa.

Sappiamo che l’oroscopo viene frazionato in dodici spicchi disuguali, ognuno dei quali può contenere uno, due o anche tre segni. ogni segno è “governato” da un pianeta che in esso ha il suo domicilio ideale: Marte per l’Ariete, Luna per il Cancro etc. Però, nei fatti, ogni pianeta che ha il “governo” d’un segno difficilmente viene a trovarsi giusto in quello, avendo altre undici possibilità di trovarsi altrove. Nel contempo, se è in rapporto con altri pianeti, mettiamo trigono a Venere e quadrato a Giove, abbiamo una pluralità di relazione fra pianeti, Case ospitanti e Case di cui hanno il “governo” i pianeti.

Facciamo un esempio: se il punto Ascendente cade a 16° Sagittario, e tutto il primo campo abbraccia il Capricorno, noi avremo Giove come primo Dispositore perché maestro o signore del Sagittario e subito dopo Saturno come secondo Dispositore perché maestro o signore del Capricorno.

Abbiamo però undici possibilità su dodici di trovare Giove in un segno diverso dal Sagittario e altrettanto possiamo dire di Saturno. Inoltre questi pianeti saranno in relazione con altri, a loro volta Dispositori di altri segni e di altre Case, creando un intreccio di relazioni davvero sorprendenti per la densità di significati.

Facciamo un secondo esempio: se in un tema natale troviamo un’opposizione Luna-Saturno, essa non evidenzia soltanto una carenza affettiva, un problema genitoriale, una tendenza all’anemia o alle malattie polmonari, ma stabilisce un ulteriore diretto collegamento fra le Case in cui si trovano i due pianeti e quelle di cui hanno il governo. Sicché, un’opposizione Luna-Saturno fra la V e l’XI potrà anche significare difficoltà nel concepimento, o vera e propria sterilità (la Casa V è quella dei figli), cosa che potrà egualmente venire indicata se uno dei pianeti ha il governo della V o dell’XI:

Nondimeno la stessa opposizione, poniamo, fra Casa III e Casa IX, potrebbe egualmente presagire rischio d’un incidente nel corso di viaggi e spostamenti, cosa che può essere presa in considerazione anche se Luna o Saturno è Signore della III o della IX.

All’inizio questo metodo può apparire un tantino complicato ma, dopo un po’ di esercizio, esso darà tante di quelle soddisfazioni da far perdonare il tempo e l’attenzione che da principio sono costate.

Le origini dei Dispositori

Lo studio dei Dispositori è come l’uovo di Colombo e, nonostante sia ignorato o trascurato da molti, fu già menzionato da Tolomeo nel suo Tetrabiblos, benché l’autore che si è più dilungato su di essi sia il francese Morin de Villefranche (1583 – 1650) che, nella sua Astrologia gallica, ha rilasciato numerosi aforismi utilissimi per una chiara comprensione di questa tecnica.

Poiché il libro, mai tradotto in italiano, anche in francese è introvabile, potrà essere utile il riassunto seguente:

quando una Casa dell’oroscopo è vuota, si traggono ottime informazioni su quel che la concerne osservando il pianeta maestro del segno che forma la cuspide della Casa; se questo pianeta è in rapporto con un altro, l’informazione sarà migliore e più illuminante perché anche l’altro, a sua volta, avrà il “governo” d’una Casa;

un punto del cielo che appartiene a un pianeta subisce l’influenza di questo pianeta vita natural durante, anche se esso si trova in un altro punto dell’oroscopo; un pianeta realizza cose diverse a causa dei diversi rapporti con altri pianeti o cuspidi delle Case;

bisogna osservare con grande attenzione se i pianeti che occupano una Casa, o che ne sono maestri o governatori, si trovano in aspetto favorevole o sfavorevole col pianeta il cui significato analogico è lo stesso di quello della Casa;

i segni vengono influenzati dai pianeti e i pianeti dai segni in cui si trovano;
un pianeta senz’aspetto in una Casa è il principale significatore degli avvenimenti che lo riguardano ma il maestro effettivo della Casa vi apporta anche il suo concorso;

ogni pianeta che, singolarmente, ha un significato analogico eguale a quello della Casa che occupa, realizza facilmente il suo significato, in bene o in male, secondo il suo stato celeste. Ad es., Saturno che rappresenta la rinuncia, si trova male in Casa II perché ostacola l’accumulo di denaro, ma si troverà molto bene in Casa IX. Giove in II sposa idealmente il significato di questa Casa;

ogni pianeta in cattivo stato celeste (congiunzione, quadrato o opposizione) deve essere considerato malefico in qualunque Casa cada o qualunque Casa domini;

il maestro o Dispositore d’una Casa, se viene a trovarsi proprio nel suo segno, realizzerà in modo felice le cose buone indicate da essa e in modo infelice se è in cattivo aspetto celeste;

quando un pianeta governa una o più Case senza occuparle, stabilisce egualmente significati analogici fra queste Case, in virtù dello stato celeste del pianeta;

allorché una Casa intercetta più d’un segno, si darà la priorità al maestro del primo segno o della cuspide, e poi agli altri;

se un pianeta è in stato terrestre o celeste sfavorevole, ma il Dispositore della Casa che lo ospita è in stato favorevole, le cose indicate dal settore inizieranno male ma col tempo volgeranno al bene; viceversa, se il pianeta è in stato terrestre o celeste favorevole, ma il Dispositore della Casa che lo ospita è afflitto, la riuscita ed il successo andranno vanificati in breve tempo.

Secondo Morin de Villefranche se i pianeti di un oroscopo si trovano contemporaneamente in aspetto benefico e malefico, provocheranno molti alti e bassi nella vita d’un individuo, in particolare nella relazione coi significati della Casa in cui si trovano.

Beninteso, è quasi inutile sottolineare che la tecnica dei Dispositori può essere applicata con successo solamente in caso di preciso orario di nascita.

Amor’Astrologia

Agosto 25, 2022 on 6:32 pm | In Affinita' d'anima, Amore, Astri, Astrologia, Astropsicologia, Corsi, Emozioni, Evoluzione, Pratica Astrologica, Regole d'Amore
| No Comments

L’amore è una cosa meravigliosa!! Si, ma a volte non è proprio così, a volte è tormento, angoscia, gelosia, lacrime, rabbia, incomprensione, disperazione, sofferenza però è inevitabile, irrinunciabile, impossibile cercare di non cadere nella sua rete. Forse perché quando un amore comincia e con lui tutti i processi d’innamoramento la felicità è infinita, nasciamo a nuova vita, non c’è una cellula del nostro corpo che non sia in fibrillazione, scopriamo noi stessi diversi, nuovi, più luminosi e la sensazione di benessere che proviamo è così immensa che sentiamo che potremo dalla gioia abbracciare il pianeta intero . L’amore è cieco!! Infatti solo dopo, a storia finita, ci rendiamo conto che sicuramente quella persona non è stata una bella esperienza, ma solo perché la delusione ha tolto il velo dai nostri occhi. Cos’è l’amore? Affetto, sesso, dialogo, comprensione, benessere materiale?? E’ da molto tempo che cerco di capire il più possibile di questo sentimento anche con l’astrologia; e’ la mia ricerca personale e la mia specializzazione come astrologa.

Spesso si sente dire: cerca la tua mezza mela! Non è proprio così, cerca la tua mela, ma intera ti dico io, perché in tutti noi c’è un essere completo, speciale, unico nei suoi difetti e nei suoi pregi, ma UNICO.

Nel tema natale di ognuno di noi è chiara la sua parte maschile e la sua parte femminile. Allora che vuol dire che siamo allo stesso tempo maschi e femmine? No, vuol dire che se io sono biologicamente una donna il mio maschile sarà proiettato sull’uomo ideale, e lo si può leggere dal mio oroscopo. Stessa cosa sarà per gli uomini. Nel mio tema natale di donna io cercherò l’uomo ideale guardando il mio Sole, gli aspetti che fa con gli altri pianeti, e nella casa zodiacale in cui è; guardando il mio Marte avro’ delle caratteristiche in più sull’espressione della sua virilità, della sua affermazione, a volte anche del suo ruolo nella società. Se il mio Sole è in Gemelli e in 7 casa vuol dire che la mia giusta ricerca del partner è verso un uomo intelligente, allegro, simpatico con il quale avere un grande dialogo, una persona molto celebrale e frizzante di idee. Poichè è nella settima casa dovrà essere molto conciliante, armonico, raffinato e disponibile. Il mio Marte in Capricorno in 2 casa mi confermerà che il mio uomo ideale dovrà essere molto concreto in quello che fa’, avere una grande resistenza, essere determinato, affidabile, capace e caparbio. E con il tempo, pazienza e sacrificio lui raggiungerà la vetta dei suoi obiettivi, se io sono il suo obbiettivo amoroso. Solo il tempo che è un elemento di forza del Capricorno gli darà ragione, nell’espressione e nella rassicurazione del suo ruolo maschile, probabilmente il raggiungimento di una sua ambizione lavorativa lo aiuterà a rafforzare la propria identità e questo sarà a lui riconosciuto nella società . Nel tema natale di un uomo io capirò dalla sua Luna come lui considera il femminile, che rapporto ha con la donna, quanta volontà e voglia c’è di capirla o di combatterla prevaricandola. Da Venere io avro’ indicazioni sulle sue scelte, sulla sua affettività, come ama e come si aspetta di essere riamato. E se la Luna di un uomo e’ nel segno del Cancro e in ottava casa lui richiede grande protezione e calore, cerca una grande mamma che tutto accoglie e perdona, una donna estremamente dolce, avvolgente e morbida, sensibile all’emozioni e empatica con la quale ricontattare quel lato emotivo e quell’affetto di quando era piccolo. Lui comunque ne subirà il potere perché il rischio di un abbandono potrebbe risvegliare antiche paure, emozioni contorte e contraddittorie che potrebbero essere estremamente dolorose. La sua Venere in Ariete e in quarta casa mi dice che le sue scelte sono molto impulsive, e il suo amore scoppia come un petardo nella notte e già il giorno dopo avermi conosciuto dichiara di amarmi da morire e probabilmente è vero. E’ quello che sente e allora fa progetti immediati, prende repentine decisioni di convivenza e essersi conosciuti ieri fa si che già mi consideri la sua fidanzata. Non posso freddare tanto entusiasmo perché se lo facessi la sua partenza a razzo esaurirebbe completamente tutta la sua foga, e mi ritroverei un’insensibile uomo annoiato vicino, la sua Venere in quarta casa mi dice che i suoi valori, le sue scelte, intese come usi e costumi, sono molto simili alle radici paterne, figura alla quale comunque lui sarà sempre particolarmente affettuosamente legato. E a conclusione di questo discorso ricordiamoci sempre che l’amore è espresso dal pianeta Venere che per diventare amore vero e sano passa da tre case dello Zodiaco segnando un percorso: prima si domicilia in 2° casa che è una casa di terra, corporea, poi in 4° casa che è una casa d’acqua, emotiva per arrivare nell’ultima casa la 7° che è una casa d’aria quindi psichica, che la tradizione interpreta come la casa della coppia, ma la vera coppia è composta da persone che crescono l’uno con l’altro, accettando le proprie diversità e mediando giorno per giorno, e l’elemento stesso della coppia (7°) la dice lunga su quello che fa tanto bene all’amore… Aria… per avere stimoli, per comunicare, per distaccarsi dalle situazioni di sofferenza fisica e psichica, dai ricatti emotivi e i giochetti psicologici sadomaso, come aria di cielo colorata di azzurro quando è bel tempo di giorno e piena di stelle luminose di notte… praticamente uno spettacolo della natura come l’amore dovrebbe essere.

Emanuela Badiali

Dal 1978 studia Astrologia, di cui quattro anni di Scuola Morpurgo, passando dalla Mitologia, dal Simbolismo e dalla Psicologia con diversi insegnanti. Da anni fa consultazioni astrologiche con specializzazione nei rapporti di coppia.

Le tre dimensioni dell’amore

Luglio 13, 2022 on 8:06 am | In Affinita' d'anima, Amore, Astri, Astrologia, Astrologia Esoterica, Astropsicologia, Corpo-Spirito, Olistico, Oroscopo, Osho, Pensieri
| No Comments

di Osho

Osho

L’amore può avere tre dimensioni:

Una è la dipendenza, nella quale vive la maggioranza della gente.

La moglie dipende dal marito, il marito dipende dalla moglie: si sfruttano e si dominano a vicenda, si possiedono a vicenda e riducono l’altro ad una merce. Questo è ciò che accade nel mondo nel 99% dei casi,ecco perché l’amore, che dovrebbe aprire le porte del paradiso,apre soltanto le porte dell’inferno.

La seconda è l’indipendenza, questo accade una volta ogni tanto.

Ma anche questa possibilità porta infelicità, perché il conflitto è costante. Nessun accordo è possibile: entrambi sono assolutamente indipendenti e nessuno dei due è pronto a scendere a compromessi. Essi danno libertà all’altro, ma essa è più simile all’indifferenza che alla libertà. Entrambi vivono nei propri spazi e il loro rapporto sembra solo superficiale, entrambi hanno paura di penetrare la profondità dell’altro, perché entrambi sono più attaccati alla propria libertà che non all’amore.

La terza possibilità è l’interdipendenza.

Accade tra due persone né dipendenti, né indipendenti, ma in profonda sincronia tra loro, come se respirassero uno per l’altra, un’anima in due corpi: ogni volta che accade, accade l’amore. Solo in questo caso è amore. Negli altri due casi non è vero amore: sono solo degli accordi sociali o psicologici o biologici, ma solo accordi.

Nel terzo caso l’amore ha qualcosa di spirituale.

Accade assai raramente, ma ogni volta che accade una parte di paradiso cade sulla terra.

Cancro – Mito e Psicologia nei segni Zodiacali

Luglio 4, 2022 on 9:19 am | In Amici, Astri, Astropsicologia, Donne, Emozioni, Evoluzione, Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali di Gabriella Leopizzi, Oroscopo, Pratica Astrologica, Segni zodiacali
| No Comments

di Gabriella Leopizzi

Cancro è il quarto Segno dello Zodiaco: Cardinale, di Acqua, Femminile esso va dal 20 giugno al 20 luglio con un due giorni di fluttuazione, all’inizio ed alla fine.

I Segni Cardinali (Ariete – Cancro – Bilancia – Capricorno), sono quelli che aprono le stagioni ed ospitano i due Equinozi e i due Solstizi dell’anno. Chi nasce sotto un Segno Cardinale tende a Fare, ad Iniziare nuove imprese, ad intraprendere nuove strade. Intraprenderle in modo attivo, attraverso l’Agire (Ariete e Capricorno), o in modo “passivo”, attraverso la Fantasia (Cancro), o l’Ideazione (Bilancia).

L’Elemento Acqua sta a significare, sempre in Astrologa, la Sensibilità, l’Intuizione, la Fantasia, l’Irrazionale; tutto quanto, insomma, la Psicanalisi indica come Inconscio. I tre Segni Astrologici di Acqua sono; Cancro (Acqua limpida di sorgente), Scorpione (Acqua putrida delle paludi), Pesci (Acqua senza confini del mare).

Continua a leggere Cancro – Mito e Psicologia nei segni Zodiacali…

Gemelli – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali

Giugno 19, 2022 on 5:56 am | In Amici, Astri, Astrologia, Astropsicologia, Consulto Astrologico, Donne, Emozioni, Evoluzione, Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali di Gabriella Leopizzi, Oroscopo, Pratica Astrologica, Segni zodiacali
| No Comments

di Gabriella Leopizzi

Gemelli è il terzo Segno dello Zodiaco; di Aria, Mobile, Doppio, esso va al 20 maggio al 20 giugno, con uno o due giorni di fluttuazione all’inizio ed alla fine, a seconda degli anni: I Segni di Aria sono come folletti che ti sembra di avere sottomano, dispostissimi ad essere afferrati; invece, appena tenti di stringere il pugno, guizzano via con uno sberleffo: se poi il Segno, oltre che di Aria è anche mobile e Doppio (così come appunto il Gemelli), il tentativo di immobilizzarlo per più di un attimo è disperato. Le caratteristiche prime dei Segni di Aria (Gemelli – Bilancia – Acquario), sono, infatti, l’evanescenza, e la volatilità, la influenzabilità; questo in quanto, come l’Elemento al quale appartengono assume di volta in volta la forma del contenitore, altrettanto gli appartenenti ai Segni di Aria (e di Acqua), assorbono le idee degli ambienti e delle persone che via via frequentano. L’influenzabilità diminuisce o sparisce se nel Tema personale vi sono pianeti forti in Segni di Terra.

In chi è nato sotto i Segni di Aria il mentale sovrasta l’emozionale, l’istintivo. Ideare, progettare, inventare, sono le caratteristiche principali di questi Soggetti, mentre scarsa è l’attenzione al lato pratico della vita, a meno che, ancora, nel Tema personale, non vi sia peso forte dell’Elemento Terra a fare da freno ai voli di fantasia, al perdersi nell’astratto. Difettano, anche il coinvolgimento emotivo e la tenacia, ma anche questo lato caratteriale può essere molto attenuato se, nel Tema natale, vi è presenza significativa di pianeti in Segni di Fuoco, Acqua o Terra o di un Saturno molto forte.

Continua a leggere Gemelli – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali…

Toro – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali

Maggio 5, 2022 on 10:00 am | In Amici, Astri, Astrologia, Astropsicologia, Donne, Emozioni, Evoluzione, Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali di Gabriella Leopizzi, Oroscopo, Pratica Astrologica, Segni zodiacali
| No Comments

di Gabriella Leopizzi 

Secondo nella Ruota Zodiacale, il Toro è Segno di Terra, Fisso, e va dal 20 aprile al 20 maggio, con i soliti due giorni di fluttuazione, all’inizio ed alla fine. I Segni Fissi e di Terra tendono ad impostare radici profonde sia con l’ambiente, sia con le persone. C’è quindi fedeltà e tendenza a mantenere lo status quo; cambiamenti e rinnovamenti sono guardati con diffidenza, se non con vera e propria ostilità. Il passato, le tradizioni, il rispetto per usi e costumi delle proprie genti sono vissuti come preziose eredità da difendere a tutti i costi. Esigenza di andare al fondo delle cose, fermezza, costanza e pazienza, per portare sempre a termine quanto iniziato, qualsiasi sia il prezzo da pagare per tener fede ai propri impegni. Oltre al Toro, sono Segni di Terra la Vergine (Terra inaridita dopo il raccolto), e Capricorno (Terra gelata dell’inverno, sotto la quale, però, si prepara a germogliare il seme nuovo).

La Terra del Toro, invece, è quella grassa e ricca di humus della primavera; Terra rigenerata dal dissolvimento organico dell’autunno e dal lungo sonno invernale. Nutriti da questa Terra, i germogli spuntati sotto il Segno Ariete diventano turgide foglie, fiori splendenti e succulenti frutti; le femmine, ingravidate dal maschio Ariete, partoriscono. Manifestazioni, tutte, che sottolineano come il nome Toro non simboleggia, sotto questo Segno, l’animale maschio, bensì la Vacca Sacra, feconda e fecondata. Toro è, insomma, il Principio Femminile, così come Ariete è il Principio Maschile. Il simbolismo di questo Segno è tra i più antichi, e si rifà al culto della Dea-Madre; Madre -Terra, che tutti nutre da vivi e tutti accoglie da morti. Culto presente in ogni Religione e che, nel Cattolicesimo, si è trasfigurato nella venerazione di Maria, Vergine e Madre.

Continua a leggere Toro – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali…

Ariete – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali

Aprile 2, 2022 on 10:00 am | In Amici, Astri, Astrologia, Astropsicologia, Donne, Emozioni, Evoluzione, Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali di Gabriella Leopizzi, Oroscopo, Pratica Astrologica, Segni zodiacali
| 2 Comments

di Gabriella Leopizzi

Ariete apre la ruota dello Zodiaco; Cardinale, di Fuoco, esso va dal al 20 marzo al 20 aprile, con uno o due giorni di fluttuazione, all’inizio ed alla fine, a seconda degli anni. I Segni Cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno), sono quelli di inizio stagione ed ospitano i due Solstizi ed i due Equinozi dell’anno:in Astrologia essi simboleggiano il Fare, l’INIZIARE in modo attivo (Ariete-Capricorno), o attraverso il fantasticare (Cancro), oppure l’ideare (Bilancia). L’Elemento Fuoco indica invece, sempre in Astrologia, la Forza Vitale che ha irrefrenabile bisogno di esternarsi in azione istintiva, generosa, passionale ed appassionata. Il Fuoco Ariete è Fuoco di Paglia che sia accende e brucia in un attimo lasciando, il più delle volte, un mucchietto di cenere.

A questo punto è bene sottolineare come l’Astrologia Occidentale sia strettamente legata al ciclo della Natura: con l’Equinozio di Primavera, il 21 marzo, ogni anno c’è la rinascita: dopo il lungo e gelido immobilismo dell’inverno il sole torna a scaldare, neve e ghiaccio si sciolgono e la terra, rigenerata, è pronta per un nuovo ciclo riproduttivo; i semi germogliano, i rami si ricoprono di gemme, gli animali si accoppiano. I popoli antichi, che vivevano di caccia, pastorizia ed agricoltura, sollevati dal lungo incubo invernale, speranzosi di buoni raccolti, di moltiplicazione degli armenti e di ricca caccia, proprio ad inizio primavera facevano una serie di riti propiziatori, con offerta agli Dei delle primizie vegetali ed animali.

Continua a leggere Ariete – Mito e Psicologia dei Segni Zodiacali…

Pagina successiva »


Entries and comments feedsfeed Valid XHTML and CSS. ^Top^
35 queries. 0,671 seconds.
Made with ♥ by Alessio
Alessio Filipponio on Linkedin

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Chiudi