Amor’Astrologia

Agosto 25, 2022 on 6:32 pm | In Affinita' d'anima, Amore, Astri, Astrologia, Astropsicologia, Corsi, Emozioni, Evoluzione, Pratica Astrologica, Regole d'Amore
| No Comments

L’amore è una cosa meravigliosa!! Si, ma a volte non è proprio così, a volte è tormento, angoscia, gelosia, lacrime, rabbia, incomprensione, disperazione, sofferenza però è inevitabile, irrinunciabile, impossibile cercare di non cadere nella sua rete. Forse perché quando un amore comincia e con lui tutti i processi d’innamoramento la felicità è infinita, nasciamo a nuova vita, non c’è una cellula del nostro corpo che non sia in fibrillazione, scopriamo noi stessi diversi, nuovi, più luminosi e la sensazione di benessere che proviamo è così immensa che sentiamo che potremo dalla gioia abbracciare il pianeta intero . L’amore è cieco!! Infatti solo dopo, a storia finita, ci rendiamo conto che sicuramente quella persona non è stata una bella esperienza, ma solo perché la delusione ha tolto il velo dai nostri occhi. Cos’è l’amore? Affetto, sesso, dialogo, comprensione, benessere materiale?? E’ da molto tempo che cerco di capire il più possibile di questo sentimento anche con l’astrologia; e’ la mia ricerca personale e la mia specializzazione come astrologa.

Spesso si sente dire: cerca la tua mezza mela! Non è proprio così, cerca la tua mela, ma intera ti dico io, perché in tutti noi c’è un essere completo, speciale, unico nei suoi difetti e nei suoi pregi, ma UNICO.

Nel tema natale di ognuno di noi è chiara la sua parte maschile e la sua parte femminile. Allora che vuol dire che siamo allo stesso tempo maschi e femmine? No, vuol dire che se io sono biologicamente una donna il mio maschile sarà proiettato sull’uomo ideale, e lo si può leggere dal mio oroscopo. Stessa cosa sarà per gli uomini. Nel mio tema natale di donna io cercherò l’uomo ideale guardando il mio Sole, gli aspetti che fa con gli altri pianeti, e nella casa zodiacale in cui è; guardando il mio Marte avro’ delle caratteristiche in più sull’espressione della sua virilità, della sua affermazione, a volte anche del suo ruolo nella società. Se il mio Sole è in Gemelli e in 7 casa vuol dire che la mia giusta ricerca del partner è verso un uomo intelligente, allegro, simpatico con il quale avere un grande dialogo, una persona molto celebrale e frizzante di idee. Poichè è nella settima casa dovrà essere molto conciliante, armonico, raffinato e disponibile. Il mio Marte in Capricorno in 2 casa mi confermerà che il mio uomo ideale dovrà essere molto concreto in quello che fa’, avere una grande resistenza, essere determinato, affidabile, capace e caparbio. E con il tempo, pazienza e sacrificio lui raggiungerà la vetta dei suoi obiettivi, se io sono il suo obbiettivo amoroso. Solo il tempo che è un elemento di forza del Capricorno gli darà ragione, nell’espressione e nella rassicurazione del suo ruolo maschile, probabilmente il raggiungimento di una sua ambizione lavorativa lo aiuterà a rafforzare la propria identità e questo sarà a lui riconosciuto nella società . Nel tema natale di un uomo io capirò dalla sua Luna come lui considera il femminile, che rapporto ha con la donna, quanta volontà e voglia c’è di capirla o di combatterla prevaricandola. Da Venere io avro’ indicazioni sulle sue scelte, sulla sua affettività, come ama e come si aspetta di essere riamato. E se la Luna di un uomo e’ nel segno del Cancro e in ottava casa lui richiede grande protezione e calore, cerca una grande mamma che tutto accoglie e perdona, una donna estremamente dolce, avvolgente e morbida, sensibile all’emozioni e empatica con la quale ricontattare quel lato emotivo e quell’affetto di quando era piccolo. Lui comunque ne subirà il potere perché il rischio di un abbandono potrebbe risvegliare antiche paure, emozioni contorte e contraddittorie che potrebbero essere estremamente dolorose. La sua Venere in Ariete e in quarta casa mi dice che le sue scelte sono molto impulsive, e il suo amore scoppia come un petardo nella notte e già il giorno dopo avermi conosciuto dichiara di amarmi da morire e probabilmente è vero. E’ quello che sente e allora fa progetti immediati, prende repentine decisioni di convivenza e essersi conosciuti ieri fa si che già mi consideri la sua fidanzata. Non posso freddare tanto entusiasmo perché se lo facessi la sua partenza a razzo esaurirebbe completamente tutta la sua foga, e mi ritroverei un’insensibile uomo annoiato vicino, la sua Venere in quarta casa mi dice che i suoi valori, le sue scelte, intese come usi e costumi, sono molto simili alle radici paterne, figura alla quale comunque lui sarà sempre particolarmente affettuosamente legato. E a conclusione di questo discorso ricordiamoci sempre che l’amore è espresso dal pianeta Venere che per diventare amore vero e sano passa da tre case dello Zodiaco segnando un percorso: prima si domicilia in 2° casa che è una casa di terra, corporea, poi in 4° casa che è una casa d’acqua, emotiva per arrivare nell’ultima casa la 7° che è una casa d’aria quindi psichica, che la tradizione interpreta come la casa della coppia, ma la vera coppia è composta da persone che crescono l’uno con l’altro, accettando le proprie diversità e mediando giorno per giorno, e l’elemento stesso della coppia (7°) la dice lunga su quello che fa tanto bene all’amore… Aria… per avere stimoli, per comunicare, per distaccarsi dalle situazioni di sofferenza fisica e psichica, dai ricatti emotivi e i giochetti psicologici sadomaso, come aria di cielo colorata di azzurro quando è bel tempo di giorno e piena di stelle luminose di notte… praticamente uno spettacolo della natura come l’amore dovrebbe essere.

Emanuela Badiali

Dal 1978 studia Astrologia, di cui quattro anni di Scuola Morpurgo, passando dalla Mitologia, dal Simbolismo e dalla Psicologia con diversi insegnanti. Da anni fa consultazioni astrologiche con specializzazione nei rapporti di coppia.

Astrologia – Una parola al giorno: T.V.B: Ti Voglio Bene!

Giugno 17, 2022 on 6:10 am | In Astri, Astrologia, Oroscopo, Pensieri, Regole d'Amore, Segni zodiacali, Una Parola al Giorno
| No Comments

di Emanuela Badiali

T.V.B. Ti Voglio Bene! Voglio il tuo bene. Faccio di tutto per farti stare bene, perchè “ti voglio bene”. Generosamente cerco di aiutarti a che tu, possa stare bene e allietare anche i tuoi BISOGNI dettati dalla LUNA. Prendiamo ad esempio una persona che possiede nel suo tema natale la Luna in un segno d’Aria. L’aria è un elemento che richiede spazio, aria appunto……e generalmente preferisce dedicarsi ad attivita’ intellettive. Necessita di stimoli mentali, e rimane apparentemente emotivamente distaccata. Mantiene una riservatezza di base che puo’ sembrare freddezza. Tuttavia, questa Luna ama connettersi a livello mentale con l’altro. Troviamo queste Lune in Gemelli, Bilancia e Aquario segni molto socievoli, specialmente i primi due.Amano stare con le persone, non reggerebbero un rapporto escusivo a due. Non sopportano la noia e hanno bisogno di cambiamenti e versatilita’. Non possono rinunciare alla propria liberta’ personale, ma la stessa non significa necessariamente un non impegno. Le Lune d’Aria sanno usare le parole e di solito sono molto intelligenti. (Intelligenza emotiva-Luna) poichè il suo elemento corrisponde al cervello. Chiediamoci di cosa hanno bisogno nel profondo e non pretendiamo cose che per loro natura non potranno mai darci. Avremo in cambio la complicita’, l’ascolto e il rispetto, tutte cose che aiutano un rapporto d’amore sano ed evoluto. Un rapporto olimpico a cui tutti dovremmo aspirare. Per stare bene con se stessi, per stare bene con l’altro.

Astrologia – Una parola al giorno: Saturno

Maggio 25, 2022 on 10:09 am | In Astri, Astrologia, Oroscopo, Pensieri, Regole d'Amore, Segni zodiacali, Una Parola al Giorno
| No Comments

di Emanuela Badiali

Viene considerato un pianeta che non porta bene, io l’ho addirittura in 12 casa . Una delle migliori astrologhe del Regno Unito” Debora Houlding la definisce :”una casa molto sfortunata foriera di eventi tristi, dispiaceri, angoscie, tribolazioni, alla cattivita’ e all’imprigionamento, alla persecuzione e al lavoro duro, a tutti i tipi di afflizione e autodistruttivita’ ”.  L’IO Sole governa il Leone e governa il pieno dell’estate invece il pianeta Saturno è il Signore dei segni che governano il pieno inverno, il Capricorno e l’Aquario Il Sole è visto come il pianeta della creatività, della luce e della vita il suo opposto Saturno, il Signore della Morte, è visto come il suo nemico. Ma Saturno simboleggia anche la terza parte della vita: L’eta’ dell’Oro. Qualcuno che è caratterizzato da austerità e serietà. Se Saturno è ben messo la persona è incline a pensare prima di parlare, e di conseguenza le loro parole hanno un peso. William Lilly astrologo e scrittore inglese del XVII secolo descrive i tipi saturnini come “profondi nell’immaginazione, severi negli atti, nell’ottenere i beni di questa vita studiosa e premurosa. Il loro senso dell’umorismo è secco e terroso, basato sull’osservazione della realtà della vita. Raramente gettano al vento la cautela e sono sempre consapevoli di un senso di responsabilità verso se stessi e gli altri. Non mostrano facilmente le loro emozioni, ma le loro emozioni, come la loro immaginazione, possono essere profonde. Tali individui sono visibilmente profondi, sinceri e generalmente raccolgono rispetto”. Ecco che la mia parte Capricorno Saturnina, il mio Saturno trigono a Venere e Giove, sestile a Marte sempre in Capricorno fanno si che è piu’ forte di me non prendermi cura e FARE qualcosa anche in maniera molto determinata verso chi amo. E il mio modo per dimostrare che ci sono sempre, che la mia amica puo’ contare, in maniera completa su di me. Credo che Saturno cosi diventa un grande pregio perché tu sei una quercia dove chi ami puo’ venire a riposare. E’ successo questa mattina…….credo, spero…. di essere stata efficace con il mio Saturno.

Venere: chi è innamorato di sé, avrà nel suo amore almeno il vantaggio di non incontrare molti rivali

Maggio 21, 2019 on 7:29 am | In Affinita' d'anima, Amici, Amore, Astri, Astrologia, Donne, Emozioni, Regole d'Amore
| No Comments

di Alice Pazzi www.alicepazzi.it

Venere la seducente, la preziosa, la fortunata, l’oculata, la seduttrice, l’amante del bello, la vivacità, la salute entra in casa sua, nel segno del Toro il 15 maggio e ci rimane fino al 9 di giugno. In realtà ha ben due case, come ben sai, una primaverile, quella del Toro e una autunnale nel segno della Bilancia.

Adesso in primavera transita nel segno del Toro. Questo è un momento sublime di grande serenità per chi appartiene al segno, ma anche ai suoi segni fratelli dell’elemento Terra, la Vergine e il Capricorno.
Godrà di influssi benefici da parte dei pianeti che sono in transito in Capricorno, Plutone e Saturno, ma anche di Nettuno, di Marte che entra a breve nel segno del Cancro e poi ancora della Luna che il 1° e 2 giugno si congiunge alla Venere prima che questa lasci il segno per spostarsi in Gemelli, appunto il 9 giugno.

Cosa significa possedere una Venere in Toro nel proprio oroscopo natale? Nel suo primo domicilio Venere trova in Giove in esaltazione, un alleato di primordine e con lui non può che essere possessiva, tradizionalista, sensuale. Ama toccare, vedere, annusare e ha una bellissima voce. È fedele e vede rosso se viene tradita. Ha appetiti robusti, di tutti i generi, e ama fare bella la sua Venere: chi è innamorato di sé, avrà nel suo amore almeno il vantaggio di non incontrare molti rivali Venere: chi è innamorato di sé, avrà nel suo amore almeno il vantaggio di non incontrare molti rivalicasa con libri, oggetti artistici, mobili solidi. Ha bisogno di sicurezza e offre sicurezza. Ama molto la natura!

Cosa significa per te l’entrata di Venere nel Toro:

ARIETE L’eros non sarà il primo dei tuoi pensieri, forse preso da impegni di lavoro faticosi, nervosismo o altro, non sarai al pieno delle tue prestazioni. Ti interesserà maggiormente la conquista di chi ti interessa.
TORO Attenderai con impazienza l’ingresso del pianeta nel tuo segno. Il tuo cuore batterà all’impazzata, in quanto potrebbe essere vicinissimo l’incontro con l’anima gemella!
GEMELLI Il lavoro ti riserverà delle belle soddisfazioni che saprai ottenere con l’impegno e un’efficace organizzazione del lavoro quotidiano. I tuoi piani dovranno essere precisi e non lasciare spazio all’improvvisazione.
CANCRO Con Marte nel segno, anche se coadiuvato da Venere, allontanati, per evitare grane, in punta dei piedi, senza farvi notare da nessuno, se ti troverai ad affrontare situazioni delicate. Cerca una via di fuga piuttosto che uno scontro diretto.
LEONE Tanta energia e una dose extra di buonumore ti accompagneranno per tutto il mese. Con l’inizio della primavera sarai pimpante ed energica come non mai. Dedica qualche cura supplementare ai tuoi piedi.
VERGINE Fino alla fine di maggio si moltiplicano le occasioni d’incontro con l’anima gemella e il tuo fascino amplificato da Venere in trigono al tuo segno, sarà irresistibile. Poi tenderete a svolazzare di fiore in fiore come farfalle.
BILANCIA Dal 15 maggio in poi la dolcissima Venere solleciterà in te la voglia di coccole e di tenerezza. I sogni più rosei diventeranno realtà e come per magia si moltiplicheranno le occasioni per incontrare l’anima gemella.
SCORPIONE Nel corso di questo periodo i soldi non rappresenteranno un vero problema. Avrai la possibilità di consolidare il tuo conto in banca o di effettuare investimenti redditizi. Il tuo fiuto per gli affari sarà particolarmente proficuo dal 18 in poi.
SAGITTARIO Sul lavoro cerca di essere prudente e razionale, ma affrettati a fare il punto della situazione individuando eventuali errori commessi in passato per impulsività! Cerca di rimediare tempestivamente.
CAPRICORNO Vivrai una fase contrastante nella quale da un lato sarete spinti alla conquista delle prede più ambite, dall’altra avrete solo voglia di carezze senza alcuna implicazione sessuale. Non farti prendere eccessivamente dall’emotività.
ACQUARIO Dovrai superare forse qualche piccola avversità nel rapporto a due, a causa dell’ostilità di Venere che ti renderà un po’ insofferente e poco disponibile a soddisfare le richieste del partner
PESCI Con Marte in ottima posizione al tuo segno, vivrai un periodo struggente e dolcissimo a livello sessuale. Avvertirai quasi pressante l’esigenza di coniugare fisicità e tenerezza. Troverai accanto a te la persona giusta per soddisfare i tuoi desideri più segreti. Cercate di chiarirvi. Venere: chi è innamorato di sé, avrà nel suo amore almeno il vantaggio di non incontrare molti rivali

Suggerimento della Venere in transito nel Toro:
……per trovare la bellezza in ognuno devi vedere la bellezza in ognuno, e poi dichiarare di vederla, perché dichiarandolo la porti lì, nella loro realtà.
Non perdere una sola occasione, non una sola opportunità, per dire a qualcuno quanto sia meraviglioso, quanto sia speciale, quanto sia importante per te, che persona incredibile sia, quanto sia bello dentro e fuori. Non perdere una sola opportunità in cui inserire un commento del genere: sentito genuinamente e inteso genuinamente.
In queste settimane impara a farne la tua missione di vita: portare all’attenzione di un altro quanto straordinario egli sia. Dillo. Il suo cuore sta aspettando di sapere che può credere nella migliore opinione che ha di se stesso………..

Innamorati

Settembre 7, 2016 on 3:34 am | In Affinita' d'anima, Amore, Cose carine, Donne, Emozioni, Evoluzione, Pensieri, Poesia, Regole d'Amore
| No Comments

innamorati verbo

Innamorati di chi ti sussurra parole belle mentre lo fa, come se ti cantasse una nenia lenta e sconosciuta che solo nei tuoi sogni puoi ricordare.

Innamorati di una persona che come primo saluto, al mattino usa un “Come stai?”. Non perché tu stai male, ma perché per lei la cosa più importante e’ che tu stia bene.

Innamorati di una persona che ti bacia all’improvviso, senza un motivo, per avere ogni volta l’emozione di un amore che sorprende. Qualcuno che usa gli abbracci invece delle parole quando sei triste, e che, invece dei consigli usa il battito del suo cuore per calmarti.

Innamorati di una persona che ti dedica canzoni tutti i giorni, perché ogni canzone gli ricorda te. Per questo tu sei una fragola, una meravigliosa creatura o una bella stronza tutto nello stresso giorno.

Innamorati di una persona che la pensa in modo totalmente opposto a te, ma che ha sempre voglia di ascoltare la tua opinione. Che passi serate intere a spiegarti il suo punto di vista. Che si incazzi in modo esagerato se tu non sei d’accordo, e che vuole fare pace facendo l’amore.

Innamorati una persona che ti prende in giro, una persona che ama ridere, più che sorridere.

Innamorati di una persona curiosa e che ama viaggiare, ti porterà a fare snorkeling con le megattere, alpinismo sull’Everest, bungee jumping sulla Macau Tower, surf in Australia. Poi ti leggerà un Orgoglio e Pregiudizio sotto un’immensa quercia in Inghilterra, e tu ovviamente piangerai per Darcy e odierai Elizabeth, ma solo all’inizio. Cavalcherete in Andalusia, e ti canterà una serenata in un castello Irlandese dopo un’ubriacatura di Guinness. Ma ti ricorderà sempre che casa sua sarà solo dove sono poggiati i tuoi occhi e i tuoi piedi, tutto il resto del mondo fa volume.

Innamorati di una persona che sa isolarsi nella malinconia dei suoi silenzi, che capisce l’importanza di un pianto liberatorio.

Innamorati di una persona che ami la tua libertà, la tua indipendenza e che rispetti le tue scelte. Ma che ogni tanto ti faccia una sfuriata di gelosia, perché in fondo tu sei il suo mondo.

Innamorati di una persona che abbia il miglior odore dell’universo, quello che riconosceresti ovunque, quello unico che solo tu puoi apprezzare. Quell’odore tanto simile alle tue emozioni.

E, alla fine, innamorati di quell’unica anima che potrai mai amare con tutto te stesso. Non accontentarti di un amore mediocre, di un amore che non è amore. Innamorati perché non ne puoi fare a meno, non perché non vuoi stare solo.

– S. Leonoir

Essere se stessi di Osho

Dicembre 17, 2014 on 9:37 am | In Affinita' d'anima, Amore, Corpo-Spirito, Emozioni, Evoluzione, Osho, Pensieri, Regole d'Amore, Salute, Spirito-Corpo, Voglia di cambiare
| No Comments

Veridicità significa autenticità, essere veri, non essere falsi, non usare maschere.
Quale che sia il tuo volto reale, lo mostri… e a qualunque prezzo.
Ricorda, non vuol dire che devi smascherare gli altri. Se sono contenti delle
loro bugie, bene, è una loro scelta. Non metterti a smascherare nessuno, perché
è questo che la gente pensa. Pensa di dover essere sincera, autentica, e che
questo significhi che deve andare a mettere a nudo gli altri.
Ma non è così, ciò che ti devi ricordare è di essere sincero con te stesso. Non
c’è bisogno di te per riformare tutti gli altri a questo mondo. Se cresci tu, è
sufficiente. Non fare il riformatore, non cercare di dare lezioni agli altri o
di cambiarli. Se cambi tu, quello è un messaggio sufficiente.
Essere autentici vuol dire rimanere fedeli al proprio essere. Ma come farlo?
Ci sono tre cose da ricordare.
Una, ascolta sempre la tua voce interiore, ascolta ciò che tu vorresti essere.
Non ascoltare mai nessuno quando ti dice cos’è bene per te, altrimenti
sprecherai la tua vita. Tua madre vuole che diventi un ingegnere, tuo padre un
dottore e tu vuoi essere un poeta. Cosa puoi fare? Certo tua madre ha ragione,
perché dal punto di vista finanziario è meglio essere un ingegnere.
Anche tuo padre ha ragione: essere un dottore ha un buon valore di mercato. Un
poeta? Sei diventato matto?
I poeti sono persone maledette, nessuno li vuole. Non c’è nessun bisogno di
loro; il mondo può esistere anche senza poesia. Il mondo non può esistere senza
ingegneri, e se c’è bisogno di te hai più valore; se non servi, non hai nessun
valore.
Ma se vuoi essere un poeta, sii un poeta. Magari dovrai mendicare. Bene! Magari
non diventerai ricco. Non preoccuparti, perché puoi diventare un grande
ingegnere e guadagnare tanti soldi, ma non ti sentirai mai realizzato.
Ti resterà comunque un desiderio profondo, il tuo essere interiore bramerà essere un poeta.
Ricorda, sii fedele alla tua voce interiore. Può condurti nei pericoli, eppure
devi rimanerle fedele perché allora c’è la possibilità che un giorno arriverai
alla condizione di danzare e celebrare la tua realizzazione interiore.
Guarda sempre qual è la prima cosa per il tuo essere, la più importante,
e non permettere agli altri di manipolarti e di controllarti. Sono tanti: tutti sono
pronti a controllarti,a cambiarti, a darti un’indicazione che non hai nemmeno chiesto.
Tutti ti vogliono dare una guida per la tua vita.
Ma la guida esiste dentro di te; solo tu conosci la formula.
Essere autentici vuol dire essere fedeli a se stessi. È un
fenomeno molto pericoloso; solo rari individui ci riescono. Ma, se ci riescono,
si realizzano. Arrivano a una bellezza, a una grazia e soddisfazione che tu non
puoi nemmeno immaginare. Se tutti hanno un’aria frustrata è perché nessuno ha
dato ascolto alla sua voce interiore.
Ascolta sempre la tua voce interiore e nient’altro. Sarai circondato da mille
tentazioni, perché ci sono tante persone che vogliono vendere le loro merci. Il
mondo è un supermercato, e tutti vogliono vendere le loro cose; sono tutti dei
venditori. Ma se dai ascolto a tutti questi venditori diventerai matto. Non
ascoltare nessuno; chiudi gli occhi e ascolta la tua voce interiore. Questo è
proprio il senso della meditazione: ascoltare la voce interiore. Questa è la
prima cosa. E poi la seconda – solo se hai fatto la prima puoi fare la seconda
non metterti mai una maschera.
Se sei arrabbiato, sii arrabbiato. È rischioso, ma non metterti a sorridere, perché
allora il tuo sorriso è falso, solo una maschera… un esercizio delle labbra, e
nient’altro. Il cuore è pieno di rabbia, di veleno, e le labbra sorridono;
diventi un fenomeno falso. Quando vuoi essere arrabbiato, sii arrabbiato. Non
c’è nulla di male nell’essere arrabbiati.
Se vuoi ridere, ridi. Non c’è nulla di male nel ridere forte. Pian piano vedrai
che il tuo sistema ricomincia a funzionare. E quando questo accade, sentirai un
suono armonioso, proprio come una macchina il cui motore, quando tutto funziona
bene, fa questo rumore armonioso. Il guidatore che ama la sua macchina sa che
ora tutto funziona bene, che c’è un’unità organica – il meccanismo funziona
perfettamente.
Anche in una persona puoi notare quando il meccanismo funziona bene, sentirai
questo suono armonioso intorno a lei. Cammina, e il suo passo è una danza.
Parla, e le sue parole portano con sé una sottile poesia. Ti guarda, e ti
guarda veramente; non è tiepida, è calda. Quando ti tocca, ti tocca veramente.
Puoi sentire la sua energia che arriva nel tuo corpo, una corrente di vita che
ti viene passata… perché il suo meccanismo funziona bene.
La seconda cosa è: non usare maschere. Sii vero, qualunque ne sia il prezzo.
La terza cosa sull’autenticità: rimani sempre nel presente, perché tutto ciò
che è falso arriva o dal passato o dal futuro. Ciò che è stato è stato, non preoccupartene.
Non portartelo dietro come un fardello, altrimenti non ti permetterà di essere autentico nel
presente. Tutto ciò che non è ancora stato, non è ancora stato. Non
preoccuparti del futuro, altrimenti si insinuerà nel presente, distruggendolo.
Sii vero rispetto al presente, e sarai autentico. Essere qui e ora vuol dire
essere autentici. Né passato, né futuro: questo momento è tutto, è tutta l’eternità.
Con queste tre cose arrivi a ciò che Patanjali chiama veridicità. Allora tutto
ciò che dici è vero. Normalmente pensi di dover fare uno sforzo per dire la
verità. Io non dico questo, io dico che quando crei l’autenticità, tutto ciò
che dici sarà vero. Una persona autentica non può mentire, tutto ciò che dice
sarà vero.Quindi non ti dico: “Di’ la verità”.
Ti dico: “Sii autentico e tutto ciò che dici sarà vero”.

Vedere da una Prospettiva Superiore (tratto da Stazione Celeste)

Ottobre 24, 2014 on 5:56 am | In Affinita' d'anima, Amore, Astri, Buono a sapersi, Emozioni, Evoluzione, Regole d'Amore, Tratto da......., Voglia di cambiare
| No Comments

vedere da
una prospettiva superiore
i “tempi finali”

“[…] Non esistono disgrazie nel vostro mondo fisico: tutto è stato accuratamente orchestrato. Ed anche se possono esserci circostanze e aspetti della condizione umana che forse trovi orripilanti, sappi che gli individui in causa hanno scelto proprio quelle circostanze per illustrare, a se stessi, il tema in cui ciascuno era più profondamente implicato sul piano dell’anima. Ciascuno ha accettato volontariamente di pagare il prezzo in termini di sofferenza al fine di trascendere il bisogno di continuare a sperimentare l’incarnazione a quei livelli.

Una volta manifestata la lezione e acquisita la comprensione, semplicemente non c’è più bisogno di continuare un’incarnazione, anche se la forma fisica è ancora capace di mantenersi in vita. Essenzialmente, quella vita è completa, che termini nell’infanzia o nella vecchiaia. L’obiettivo di un’incarnazione fisica non è la longevità, ma il compimento, piuttosto, dello scopo della propria vita.

Gli eventi catastrofici subiti da numerose popolazioni in lontane regioni del globo indicano il rilascio di massa di un’energia che è stata liberata dalla necessità di continuare in condizioni oppressive. Avendo vissuto alcuni degli “orrori” di quelle circostanze, questi esseri hanno trasceso il bisogno di ripeterne l’esperienza. Essi s’impegnarono volontariamente a vivere queste condizioni, pienamente coscienti del prezzo da pagare e della liberazione che ne sarebbe risultata.

Gran parte dei cosiddetti “cambiamenti terrestri” furono scenari orchestrati precisamente per fornire tali occasioni. Vivendo infatti alcune di queste esperienze più insidiose, è possibile effettuare salti quantici di coscienza. E questa è una scelta fatta da molti che cavalcheranno la cresta di alcune di quelle onde.

Altre parti della vostra popolazione non saranno assolutamente sfiorate da questo genere di circostanze. Sarete voi, di cui molti sono sintonizzati con le conoscenze superiori rese anche largamente accessibili in quest’epoca, a trascendere completamente il bisogno di essere vittime di qualunque manifestazione di sconvolgimento ambientale. I vostri terremoti e maremoti si producono dentro di voi, e sperimentate ugualmente le devastazioni della fame e delle malattie – simbolicamente.

A voi non è richiesto di pagare il prezzo supremo di abbandonare il vostro corpo fisico in cambio della lezione appresa, come ad altri in altri posti del mondo. Il prezzo che molti di voi hanno accettato di pagare è molto più caro di quello. Perché avete osato esporvi all’annichilazione di praticamente tutto uno stato d’essere che vi ha tenuto imprigionati per intere vite in schemi frustranti. Non si possono sottovalutare le devastazioni di tale esperienza. Ed è proprio nella misura in cui alcuni si erano impegnati a mantenere quello stato che hanno dovuto affrontare le energie del cambiamento.

Avete accettato questi impegni deliberatamente – pienamente coscienti del trauma che, venuto il momento, ne sarebbe risultato. Ma eravate anche pienamente coscienti della possibilità di trascendenza che si sarebbe realizzata esponendosi a tali sconvolgimenti. E avete esercitato il vostro potere di scelta. E avete pregato dal profondo della vostra anima che vi fosse permesso di attraversare esattamente ciò che state attraversando per avere la possibilità, infine, di liberarvi da quello che è stato il vostro schema di vita e gustare ciò che è veramente lì dentro di voi.

Le profezie che riguardano questi tempi di trasformazione non sono qualcosa da temere: sono possibilità offerte a quelli che sono abbastanza fortunati da essere toccati dalle sacre energie che le portano. Sono le svolte formidabili cui aspirate in quanto anima. Sono il dono della liberazione.

I cosiddetti “Tempi Finali”, che attirano ora l’attenzione di parecchi, non sono tanto una fine in senso fisico, quanto una trascendenza delle limitazioni poste dalla prospettiva lineare. La fine che può sopraggiungere nella vita fisica di molti non è l’obiettivo degli eventi che possono causarla. Piuttosto, è la via d’accesso a un altro livello d’esperienza, in forma fisica o no.

Quello che viene a completarsi in questo “qui ed ora” sono gli intensi schemi di compensazione karmica che furono applicati vibratoriamente in un sistema che persisteva ed era essenzialmente ineludibile. Modificando la base vibratoria attraverso cui si è perpetuato quest’aspetto di realtà, gli esseri hanno ancora una volta la possibilità di esercitare il loro libero arbitrio e di vivere pienamente la loro vita nel momento dell’Adesso. Integrando la frequenze superiori ed elevando la propria vibrazione, si può estendere in maniera significativa la gamma delle opzioni per sperimentare la Vita a livelli di realtà dove le condizioni sono meno difficili.

Interpretati unicamente in senso letterale, i “Tempi Finali” potrebbero indicare che “il mondo giunge alla fine”. Potrebbe sembrare così a quelli che hanno scelto di essere presenti in tali realtà al sopraggiungere di questi tempi. Ma la coscienza della maggior parte di voi non sarà più focalizzata a quei livelli. E neppure saprete che stanno davvero avvenendo cataclismi dove eravate prima. Perché non sarete più “lì” a sperimentarli. Sarete ascesi da quella sfera di realtà. E sperimenterete una variazione vibratoria superiore sul tema di quegli eventi profetizzati.

Dal punto di vista di osservatori distanti – alcune delle cosiddette guide che filtrano l’informazione per molti di voi –, le condizioni osservate da lontano sembrano svolgersi al momento previsto. Perché quello che è stato profetizzato si basa unicamente sul risultato logico e prevedibile di combinazioni di variabili, che sono tutte schemi d’energia. E questi schemi possono tuttora essere percepiti dal punto di vista di quelli che osservano da una distanza che è extraterrestre e forniscono commenti.

Comunque, queste forme di coscienza sono capaci solo di percepire il livello di realtà con cui esse sono vibratoriamente allineate. Quello che non possono sentire è ciò che ciascuno di voi veramente percepisce come la propria realtà in ogni dato momento, e che è basato unicamente sul vostro stato d’essere vibratorio. Così, il livello di realtà cui possono riferirsi osservatori appartenenti ad altri mondi non è necessariamente quello di cui farete l’esperienza.

Un’antica profezia non è precisa che al momento del tempo in cui il veggente ha avuto la visione. Dalla prospettiva di certi momenti del passato, sembrava probabile che certi avvenimenti si manifestassero come realtà. Poiché il libero arbitrio della coscienza collettiva attuale ha esercitato il proprio potere di co-creare la propria realtà, quel risultato può benissimo modificarsi in molti modi. E la probabilità che certe profezie si realizzino come previsto è, nel migliore dei casi, minima, perché la coscienza collettiva è cambiata. E la realtà che ne è il riflesso è, di conseguenza, cambiata.

Sappi che in quest’epoca di trasformazione tutto è possibile. Il copione si riscrive di nuovo, secondo la vostra volontà di accettare i vari cambiamenti che sopravvengono in ciascuno di voi. La vita, in questo tumultuoso periodo della “storia”, si definisce secondo la capacità di ciascuno di distaccarsi dal bisogno di controllare il processo. Aggrapparsi alle reti di sicurezza del passato annichilisce energeticamente la vostra capacità di restare a galla nelle tempeste e di sfruttare le potenti correnti venute per farvele attraversare.

Quelli di voi ossessionati dalle predizioni del “peggior scenario” che abbondano attualmente nella vostra realtà, si sono creati un test affascinante. Hanno scelto infatti di percepire la visione che un tempo apparve sullo schermo mentale di un altro essere, oppure, in alternativa, di sperimentare un’espressione superiore della realtà, concepita solo per loro, non ancora rivelata.

Il proverbiale salto cieco della fede presuppone di essere capaci d’ignorare quello che la mente logica strombazza. Perché quella logica è spesso basata su paure rafforzate da dolorose esperienze del passato. In quest’epoca, quel passato – e tutte le regole fondamentali che comportava – non è più assolutamente rilevante.

Sei certamente libero di scegliere o no di credere a profezie basate sulla paura. Si tratta di un’altra delle affascinanti variabili che puoi scegliere d’inserire nel tuo copione come tua saga dei “Tempi Finali”. E osservarti nelle tue contorsioni mentali per cercare di capire può sicuramente far parte di quest’esperienza.

Ma arriva spesso un momento, al culmine della disperazione, in cui invochi una tregua. E ti ritiri dal ciclone dell’illusione che turbina attorno a te. E scopri, dopo tutto quel dramma, che la quiete interiore è ancora lì che aspetta. Non se ne è mai andata. Tu te n’eri andato. Ed hai sparpagliato dietro a te un caos di tracce confuse, per poter ritrovare, quando tutto il resto fallisce – come è inevitabile – la strada di casa. “

Estratto da:

UNO
Sperimentare l’Unità con Tutto Ciò Che E’
di Rasha
[Edizioni Stazione Celeste]

Pagina successiva »


Entries and comments feedsfeed Valid XHTML and CSS. ^Top^
37 queries. 0,327 seconds.
Made with ♥ by Alessio
Alessio Filipponio on Linkedin

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Chiudi